In questi giorni abbiamo parlato molto del possibile ritorno in F1 di Robert Kubica, i cui contatti con Williams sono sempre più avanzati e porteranno a un test ”definitivo” dopo il GP di Abu Dhabi, che dovrebbe rappresentare l’ultimo passo prima della vera e propria firma per correre con la scuderia di Grove nel 2018 (nonostante i dubbi esternati da Patrick Head e i commenti caustici di Montoya), e tanti addetti ai lavori si sono sorpresi per questo annuncio costantemente ritardato e per la mancata ufficialità dell’ingaggio del forte pilota polacco.

Dei ritardi che hanno trovato una spiegazione quest’oggi, anche se la motivazione sembra grottesca: nel 2011 Kubica ricevette una cospicua somma da un’assicurazione dopo il bruttissimo infortunio riportato nel Rally di Andora, che ha pregiudicato la muscolatura di una delle sue mani e sembrava destinato a toglierlo per sempre dal mondo delle corse. Per questo motivo, l’assicurazione pagò il premio al 100%, e ora, in presenza di un ritorno nel circus che sembra sempre più imminente (magia di Rosberg), lo stesso ente avrebbe chiesto al polacco di restituire parte della somma.

Finchè non verrà sistemata questa pendenza, non ci saranno annunci, anche se il padre di Robert Kubica (che nel 2017 avrebbe dovuto correre nell’Endurance con ByKolles, prima della chiusura del team) si è dichiarato estremamente ottimista e ha dato il trasferimento in Williams per fatto ai microfoni del portale polacco Newsweekowi. Ecco le parole di Artur Kubica: ”Alcuni dicono che non avrebbe mai dovuto correre nei rally, e forse hanno ragione: in BMW gli era stato vietato da contratto, in Renault invece pur di averlo in squadra accettarono quella possibilità. Credo che nel 2018 Robert correrà in Williams e sarà veloce come sei anni fa, ma umanamente non sarà più lo stesso pilota: ne sono abbastanza certo, quell’incidente l’ha segnato”.

Kubica verrebbe supportato nella sua avventura da uno sponsor polacco, e sembra vicino a un rientro in F1 che emozionerebbe tutti: la presenza del russo Sergey Sirotkin nella giornata di test dedicata al pilota polacco dovrebbe essere legata a un possibile ingaggio da terzo pilota, con Williams che sta cercando un pilota dall’ampio portafoglio che possa fare da terza guida e sostituire il polacco in alcune sessioni di libere (in ballo il russo e Latifi, sembra tagliato fuori Ghiotto).

 

 

3 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] amato come Robert Kubica, che sembra sempre più vicino dopo i test effettuati con Williams e le dichiarazioni del padre (anche Giorgio Terruzzi era stato parecchio ottimista ai nostri microfoni), sta facendo parlare […]

  2. […] mantenuta e copiata da tutti, ma intanto la grande notizia dei test di Abu Dhabi è il rientro di Robert Kubica, che ha guidato la Williams nella mattinata odierna, salvo poi lasciare il volante a Lance Stroll […]

  3. […] che è presto, però innanzitutto vi dico che mi aspetto grandi notizie dal rientro di Robert Kubica, che è il più grande personaggio riguadagnato dalla F1. Mi aspetto grandi cose da Fernando […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *