Un campionato in notevole espansione tecnica e tecnologica, che sta acquistando sempre maggior visibilità mediatica: da qui a dire che la Formula E in un futuro possibile soppianterà la Formula 1 ce ne passa, ma è innegabile lo sviluppo costantemente verso l’alto della serie green, che quest’anno ha inserito nel roster dei suoi costruttori Audi e Jaguar, e non vuole assolutamente fermarsi.

FORMULA E 2018-19: ECCO BMW E NISSAN– Se da un lato si vive intensamente il campionato 2017-18, iniziato con le due spettacolari gare di Hong Kong, dall’altro invece si pensa già al futuro, e a un 2018-19 che sarà altrettanto intenso e interessante: innanzitutto McLaren fornirà delle nuove batterie che dureranno per tutta la gara, cancellando dunque il pit-stop a metà corsa per sostituire la vettura e fornendo ai piloti una sfida ancor più intensa, quella di dover gestire una batteria per 50 minuti. E poi, ci saranno anche due innesti di una certa caratura ad aumentare un parco costruttori che, tra team ufficiali e strutture indipendenti (Penske, Venturi ecc), arriverà a 9 elementi: dopo Audi e Jaguar, ecco BMW e Nissan, che non vorranno sicuramente recitare un ruolo da seconde linee. BMW rileverà la scuderia Andretti, alla quale sta già dando supporto esterno nel 2017-18, Nissan invece entrerà al posto di Renault e.dams, rilevando una scuderia che ha vinto il titolo mondiale 2015-16 con Buemi ed è partita con qualche problema di troppo nel 2017-18. Resta da capire se l’uscita di scena di Renault porterà anche alla rottura della fornitura del powertrain con Techeetah, ma è troppo presto per parlarne, mentre è molto concreta l’ipotesi di uno sbarco di Felipe Massa nella serie green.

FORMULA E 2019-20: PORSCHE E MERCEDES FARANNO IL LORO INGRESSO?– Nonostante i due innesti già citati, tutti gli occhi sono puntati su un altro possibile (molto probabile, quasi certo) ingresso in Formula E, ovvero quello di Mercedes: la casa tedesca doveva già entrare nel 2018-19, ma ha deciso di rimandare il tutto di una stagione per studiare meglio le monoposto elettriche e non commettere errori. L’idea è quella di essere al top sia in F1 che in Formula E, magari portando (come pilota o team manager) Nico Rosberg al fianco della casa tedesca: sarà Venturi, che già quest’anno stava agendo da junior team Mercedes, a fare spazio alla casa di Stoccarda. Ma Mercedes non sarà sola, e la sesta stagione della Formula E è quella designata per l’ingresso di Porsche, che ha abbandonato l’endurance proprio per dedicarsi a questo aspetto: anche qui Porsche non entrerà da comparsa, e l’approdo di Neel Jani a Dragon Racing fa pensare a un possibile ingresso andando a rilevare il team gestito da Penske Racing. Due costruttori che entreranno nel 2019-20, e una suggestione forte per il futuro della Formula E.

TU CHIAMALA SE VUOI SUGGESTIONE: METTI UN GIORNO FERRARI IN FORMULA E– L’ipotesi sembrava impossibile fino a pochi mesi fa, visto lo scetticismo di Sergio Marchionne, ma la notizia-bomba che è arrivata nei giorni scorsi rimette tutto in discussione: il gruppo FCA ha chiesto e ottenuto di provare le batterie McLaren che entreranno nella Formula E 2018-19 per valutare un ingresso futuro nella serie green. Da qui a vedere Ferrari in Formula E ce ne passa, ma le frizioni che stanno nascendo con Liberty Media sulla nuova F1 del 2021 e le minacce di Marchionne fanno pensare a un tentativo di mettere pressione e forzare la mano che potrebbe sfociare in un reale approdo nella serie green: dal test con le nuove batterie emergeranno importanti dati per il gruppo Fiat-Chrysler, che starebbe valutando di inserire nella Formula E un team-pilota nel 2019-20. L’idea è quella di iscrivere Maserati, operando un rilancio del marchio simile a quello operato con Alfa Romeo e la partnership con Sauber: se poi le cose dovessero andare bene, e Ferrari dovesse rompere totalmente con la F1, occhio all’incredibile approdo della Rossa nella serie green. Le prove di FCA rappresentano un piccolissimo spiraglio, ma Agag e il board della Formula E stanno già sognando…

4 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] ora sì, poi si vedrà: la scelta non sarebbe mia, ma legata a Ferrari o a un brand ad esso legato (Maserati, ndr) che potrebbe entrare all’interno della Formula E e spingermi a fare valutazioni […]

  2. […] trovato il suo title sponsor nella svizzera ABB e cambiato il proprio logo, ma soprattutto troverà nuovi costruttori (BMW-Nissan l’anno prossimo, Mercedes-Porsche nel 2019-20: Mercedes entrerà come supporto a […]

  3. […] o poi, di una monoposto con brand FCA nella Formula E, e sappiamo tutti che si è parlato molto di Maserati: sarebbe molto bello, e chissà che a quel punto non ci sia anche un pilota italiano alla guida. […]

  4. […] scorsi, la casa del tridente sarebbe stata scelta da Fiat Chrysler per effettuare un tentativo in Formula E con tanto di test ufficiali (ma, notizia di qualche ora fa, Marchionne avrebbe bloccato il progetto […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *