La notizia era nell’aria da qualche settimana, ma dopo l’annuncio di Williams, che aveva deciso di procrastinare la scelta della propria seconda guida, tutti quanti avevamo ricominciato a sperare: e invece il sogno di Robert Kubica, che sperava di tornare alla guida di una F1 per una stagione completa da pilota, viene ufficialmente frustrato dalla scelta della scuderia di Grove.

Com’era prevedibile, anche perchè il russo si è presentato con una ”borsa” di 15mln per correre due stagioni col team britannico, Williams ha ufficializzato quest’oggi l’ingaggio di Sergey Sirotkin come secondo pilota al fianco di Lance Stroll: Sirotkin, 22enne moscovita, farà così il suo debutto in F1 dopo due anni da collaudatore di Renault e un doppio terzo posto nella classifica finale della GP2 tra il 2015 e il 2016. Nel comunicato ufficiale con cui è stato annunciato Sirotkin, Williams ha svelato che il russo ”ha impressionato il team durante i test Pirelli di Abu Dhabi, nei quali ha guidato la macchina per la prima volta”, ma in realtà in quei test Sirotkin venne battuto da Kubica nel tempo cronometrico: una frase che fa sorridere, anche se ormai tutto è già deciso e il russo ha rilasciato dichiarazioni entusiastiche sul proprio ingaggio in Williams. ”Sono veramente felice e orgoglioso di unirmi alla famiglia di Williams: ho dovuto lavorare molto per arrivare qui, e sono felice e grato a chiunque mi ha aiutato. Il risultato degli sforzi congiunti del sottoscritto e di chi mi ha supportato mi ha aiutato a realizzare questo sogno, e ora posso garantire al team che darò tutto per far bene e possono fidarsi assolutamente di me”.

Paddy Lowe, storica figura di Williams, ha commentato così l’ingaggio del russo: ”Abbiamo condotto un rigoroso ed esaustivo processo di valutazione dei vari piloti che si erano proposti: Sergey ci ha impressionato per la sua velocità e talento, dandoci importanti feedback sulla monoposto e mostrando una grande etica del lavoro sia coi tecnici della fabbrica che sulla pista di Abu Dhabi. Sono felice che possa unirsi a Lance nella line-up 2018, dandoci così la possibilità di avere sotto contratto due piloti giovani e potenzialmente molto forti: abbiamo una squadra entusiasmante, sono certo che riusciremo a tirar fuori il meglio dalla Williams FW41”.

E Kubica? Il polacco si ritrova fregato nella corsa al sedile della scuderia di Grove, ma riceve un ”contentino” da Williams, diventando terzo pilota: una condizione umiliante per un talento del suo calibro, soprattutto dopo tutto il duro lavoro svolto per dimostrare a tutti di essere al 100% e poter guidare senza problemi in Formula 1, ma che potrebbe consentirgli (anche se la vediamo dura, visti i 15mln investiti dal russo) di approfittare di eventuali brutte prestazioni di Sirotkin per sostituirlo. Intanto, però, Robert sarà costretto ad effettuare tanta manovalanza, prendendo parte a tutti i test pre-season, ad alcune sessioni di prove libere e allo sviluppo attivo della FW41. Insomma, niente gare per Kubica, che ha commentato così l’ingaggio da collaudatore: ”Sono felice di unirmi a Williams come terza guida. Non sono mai stato così in forma, ma ci è voluta molta fatica per arrivare a questa condizione fisica, dunque ringrazio la scuderia per le opportunità che mi ha dato e per la fiducia che mi è stata dimostrata con questa assunzione. Sono contento di tornare nel paddock della F1, e ora non vedo l’ora di lavorare coi tecnici di Williams tra la pista e la fabbrica, e aiutare nello sviluppo della FW41, così da sviluppare tutto il suo potenziale. Cercheremo di massimizzare le performance della vettura e possiamo farcela. Il mio obiettivo resta quello di tornare a gareggiare attivamente in F1, ma questo è un importante passo in quella direzione: non vedo l’ora di iniziare”.

Insomma, neanche il supporto di Nico Rosberg ha reso possibile un ritorno di Robert Kubica nel circus della F1: il circus ormai non è più il posto adatto per le belle favole, ma questo lo sapevamo già…

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] russo, che aveva strappato il posto-Williams (a proposito, Williams ha sorpreso presentando delle autentiche ed enormi ”corna” nella […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *