Francesco Bagnaia

9 giri per assaggiare quello che sarà il futuro: nei test post-season disputati a Valencia al termine del 2016, Francesco Bagnaia aveva effettuato un breve test-premio sulla Ducati Pramac, e forse neppure lui avrebbe immaginato che quella moto sarebbe diventata ben presto il suo futuro.

Dopo aver svolto una grandissima stagione in Moto2, chiudendo al 5° posto (4 podi) e mettendo in mostra una grande velocità di base, ma soprattutto vincendo il premio di Rookie of the Year 2017, e alla vigilia di una stagione che lo vedrà andare a caccia del titolo nella classe ”di mezzo” con la Kalex dello Sky Racing Team VR46, Pecco ha infatti annunciato il suo approdo in MotoGP e l’ennesima svolta di una carriera che sembra destinata ad essere molto rosea. Il talentuoso pilota piemontese, classe ’97, ha infatti firmato ufficialmente per due stagioni con Ducati Pramac, che lo schiererà in MotoGP nel 2019 e nel 2020, trasformandolo nel secondo pilota della VR46 Racing Academy in MotoGP (dopo Morbidelli) e nel primo rappresentante del team Sky Racing Team VR46 capace di arrivare grazie al suo talento fino alla classe regina: Francesco Bagnaia dunque effettuerà un 2018 da favorito per il titolo Moto2 insieme ad Alex Marquez, Oliveira ed altri big della categoria (visti i grandi risultati ottenuti nei test), e poi approderà in MotoGP a prescindere dai risultati.

Un giusto premio per un talento dall’altissimo valore (ve l’avevamo raccontato qui), che arriverà a guidare una Ducati dopo tanti anni di sacrifici in un anno di cambiamenti per il Team Pramac: al termine della stagione 2018 infatti scadrà il contratto di Danilo Petrucci, che ha già fatto intendere di non voler rinnovare col team di Campinoti, e andrà a scadenza anche Jack Miller, che potrebbe essere sostituito da un pilota più esperto oppure guadagnarsi un rinnovo a suon di risultati nella stagione che sta per cominciare. Insomma, al momento l’unica certezza all’interno di Ducati Pramac è Pecco Bagnaia, che esordirà in MotoGP nel 2019 e ha già fatto trapelare tutto il suo entusiasmo tramite i propri canali social (entusiasmo condiviso da Guido Meda).

Nei prossimi giorni potrete leggere l’intervista che abbiamo realizzato a Pecco, che ha commentato così il suo approdo in MotoGP nella nota rilasciata dal team Sky VR46: ”L’anno prossimo realizzerò uno dei miei sogni. Ho detto spesso che mi sarebbe piaciuto correre in MotoGP in sella a una Ducati e finalmente tutto questo accadrà. Per me è un grande risultato, per questo devo ringraziare il team, Sky e la VR46 Racing Academy per tutto il supporto e per avermi seguito nel mio percorso di crescita nelle ultime 5 stagioni, di cui tre nello Sky Racing Team VR46. Ora però è fondamentale rimanere concentrati su quest’ultima stagione in Moto2: abbiamo davvero una grande opportunità e possiamo giocarci delle carte importanti”.

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] la sua ultima annata nella categoria, dato che mercoledì è stata annunciata la sua firma con Ducati Pramac, che lo farà esordire nella MotoGP nel 2019: nei giorni scorsi abbiamo intervistato Francesco […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *