In anni e anni di sport motoristici, abbiamo visto tante vetture o moto ”folkloristiche”, capaci di ottenere grandi risultati o grandi disastri: abbiamo scelto di omaggiarle con la rubrica del giovedì, che viene inaugurata dalla Proton KR.

La moto nasce quasi per caso, dopo la rottura tra Kenny Roberts sr (tre volte iridato) e Yamaha, e inizialmente viene presentata sotto le insegne della malese Modenas: è dal 2001, però, che nasce il sodalizio con Proton, che dà vita alla più classica delle moto improbabili: la Proton KR3 fa il suo esordio nell’ultima annata delle 500 con Jurgen van den Goorbergh, che ottiene un 13° posto come miglior risultato. Nel 2002 si passa alla MotoGP, ma Kenny Roberts sr. sfrutta la tolleranza per schierare ancora le 500 con Jeremy McWilliams e Nobuatsu Aoki: ottiene qualche piazzamento nei 10 e una pole con McWilliams a Phillip Island, mandando in pensione con onore la KR3. Si passa alla KR5, che però ha problemi di gioventù e non regala risultati: i piloti corrono più che altro per finire le gare nel 2003, e anche nel 2004 le cose non migliorano: Aoki, Kurtis Roberts e Haydon non vanno oltre un 12° posto, e il 2005 è disastroso, con un solo punto e la rottura coi motori KTM Factory Racing.

L’anno di svolta per la Proton arriva nel 2006, quando Kenny Roberts sr ottiene i motori Honda e viene varata la KR211V guidata dal figlio Kenny Roberts jr.: finalmente la KR è competitiva, e Kenny ottiene due podi e il 6° posto nella classifica piloti con 134 punti. Nel 2007, con la KR212V, si torna alle 800cc e ai disastri, con Kenny Roberts jr che abbandona dopo 7 gare e viene sostituito dal Kurtis: la Proton KR 2007 ottiene solo 14 punti, e saluta il Mondiale a fine stagione, venendo ricordata come una delle moto più improbabili del circus della MotoGP!

kenny roberts jr proton

La Proton KR guidata da Kenny Roberts jr

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *