La nascita di una stella rappresenta sempre un momento particolare, e le condizioni della pista di Monza nelle qualifiche di ieri ci hanno fatto tornare in mente il momento in cui Sebastian Vettel si è rivelato al mondo. Eravamo sempre a Monza, eravamo nel settembre 2008 e c’era anche in quell’occasione un diluvio universale: all’epoca Sebastian Vettel era un giovane pilota alla prima stagione completa (nel 2007 aveva sostituito Kubica, infortunato, disputando qualche gara con la BMW Sauber) e aveva un 4° posto come miglior risultato, ma l’esplosione era dietro l’angolo.

La pioggia sferza Monza e cambia il corso delle qualifiche: è proprio Vettel a centrare la pole su Kovalainen, e il 21enne si ripete anche in gara. Giove Pluvio si diverte ancora a cambiare le carte in tavola, e regala al giovane Sebastian una giornata da sogno: il pilota della Scuderia Toro Rosso fa gara di testa, è freddo e ispirato in condizioni estreme e conquista il suo primo successo in F1 (fino all’arrivo di Max Verstappen, sarà il più giovane vincitore nella storia di questo sport), primo anche per la scuderia satellite della Red Bull Racing.

A Monza, nel 2008, nasce così la stella che conquisterà 4 mondiali con la Red Bull, e ora sta tentando di portare il titolo alla Scuderia Ferrari: riuscirà Vettel a rimontare dall’8° posto nell’edizione 2017 del GP d’Italia? Lo scopriremo tra qualche ora…

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *