Un gradito ritorno nella F1 2018, a circa dieci anni dall’ultima gara di Magny-Cours, riecco il GP di Francia: il circus tornerà a Le Castellet (a 27 anni dall’ultima apparizione al Paul Ricard) l’anno prossimo, con una gara calendarizzata per il 24 giugno che riporterà nel mondo dei motori uno dei suoi circuiti più spettacolari, eliminato da quasi tutte le competizioni motoristiche dopo qualche incidente di troppo dovuto all’elevata velocità del tracciato (diventato teatro dei test Pirelli).
 
L’annuncio definitivo è arrivato tramite un evento, nel quale sono state annunciate le modifiche fatte al tracciato che rientrerà in F1: la nuova pista misurerà 5.8km, e per evitare guai il lunghissimo e famoso rettilineo del Mistral verrà spezzato in due parti da una esse che stopperà i piloti a 345km/h circa. Rimarranno però gli altri punti storici del tracciato, a partire dalla Signes, curva da affrontare in pieno prima della staccata a 340 all’ora. 
 
I cambiamenti vengono confermati dall’ambasciatore del GP, nientemeno che Jean Alesi: ”Verranno allargati l’ingresso o l’uscita della esse della Verrerie, della Camp e alla Virage du punt: l’idea è di offrire spazio per sorpassi e recuperi, per questo alla Verrerie l’angolo d’ingresso sarà più chiuso. La chicane che spezzerà il rettilineo offrirà grandi chances di sorpasso”. E dunque bentornato a Le Castellet!
1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] i primi furono Sheene, Lucchinelli e Uncini, che si divisero una Brabham a Le Castellet (Paul Ricard), seguiti poi da Doohan (1998, Williams), da Max Biaggi e Valentino Rossi con la Ferrari e dallo […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *