Fino a ieri ha conteso a Tony Cairoli il 9° titolo, conquistando una bellissima (ma inutile per la classifica finale) doppietta casalinga ad Assen e crescendo in maniera esponenziale nella seconda metà di stagione, dopo aver superato il periodo d’adattamento alla nuova categoria, e ora è arrivato il tempo di festeggiare per Jeffrey Herlings: il pilota olandese, alfiere della KTM (alla quale è legato fino al 2020), compie infatti 23 anni.

Un’età da giovane rampante, che però va ad inserirsi in una carriera da giovane ”vecchio”: Herlings ha esordito nel Mondiale MX2 a soli 16 anni, conquistando la prima vittoria in casa (Jorge Prado sta tentando di ripercorrere le sue orme) a Valkenswaard, e solo un anno dopo centrava già il primo podio nella classifica iridata, chiudendo 2° e perdendo il titolo per un soffio nel duello con Ken Roczen (emigrato subito negli USA).

Il primo titolo, però, era nell’aria, e arriva meritatamente nel 2012, per un successo che viene bissato nella MX2 2013: Jeffrey potrebbe fare tris subito, dato che il campionato 2014 e quello 2015 vengono letteralmente dominati per metà stagione, ma ”stacca” di testa e s’infortuna due volte in condizioni fantozziane, buttando via titoli vinti e facendo un doppio regalo a Tixier e Gajser.

La rivincita, o meglio, il ritorno alla modalità ”campionissimo”, arriva con un Mondiale brutalizzato nel 2016, che vale la promozione nella MXGP al fianco di Tony Cairoli: l’olandese, complice un infortunio nella pre-season, è partito a rilento, ma nella seconda metà di stagione è stato un avversario ostico per Tonino, che si è sudato il 9° Mondiale (gli 83pti di vantaggio non devono ingannare).

Lo sarà ancor di più nel 2018, quando tenterà lo scacco al re, ma i suoi numeri, considerando che ha solo 23 anni, sono a dir poco mostruosi: 66 GP vinti su 115 disputati, 90 podi conclusivi, tre titoli mondiali e un numero di vittorie che lo rende il 3° pilota più vincente nella storia del motocross. Lo precedono solo due leggende, Everts (101 GP vinti) e Cairoli (83 GP): gente che però ha vinto 10 e 9 mondiali, e non ha raggiunto quelle cifre in tenera età. Insomma, Herlings lavora per riscrivere i numeri del motocross, ma intanto si gode la festa per i suoi 23 anni!

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *