Un regalo importante, di quelli che verranno ricordati per sempre da Antonio Cairoli, andando inoltre a ”intasare” ulteriormente un autunno-inverno che sarà parecchio intenso per Tonino, che ha appena conquistato il 9° titolo mondiale: matrimonio, partecipazione a una tappa del Mondiale Rallycross in Sudafrica (10-12 novembre, e ora anche il regalo di Dietrich Mateschitz.

Il tutto è nato ad Assen, esattamente dopo la conquista del 9° titolo iridato per il pilota messinese: il patron di Red Bull è in Olanda proprio per assistere al trionfo di Cairoli, dato che Red Bull è partner di KTM nel Mondiale Motocross e in ogni competizione motoristica della casa austriaca, e si complimenta regalandogli un volante da F1 su misura.

Cairoli, grande appassionato di auto (ha preso parte al rally di Monza), apprezza, e si chiede dove potrebbe piazzare il prezioso regalo, scatenando la serafica risposta di Mateschitz: ”Non preoccuparti, lo userai quando verrai a fare un test con la nostra auto”. Antonio Cairoli effettuerà dunque un test con Red Bull, imitando tanti grandi campioni del motorsport: i primi furono Sheene, Lucchinelli e Uncini, che si divisero una Brabham a Le Castellet (Paul Ricard), seguiti poi da Doohan (1998, Williams), da Max Biaggi e Valentino Rossi con la Ferrari e dallo stesso Biaggi con una Midland-Toyota nel 2006. L’ultimo in ordine di tempo è stato Jorge Lorenzo, che ha guidato una Mercedes, e ora toccherà a Cairoli provare una Red Bull e regalarsi un piccolo sogno in un finale di 2017 ricco d’impegni.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *