Problemi di budget e problemi di sponsor, che potrebbero privare la MX2 di due dei suoi team ufficiali: sono giornate calde nel paddock del Mondiale motocross, che da un lato vive gli ultimi verdetti e le ultime manches della stagione, e dall’altro si interroga sul futuro dei team ufficiali di Kawasaki e Suzuki MX2, che potrebbero chiamarsi fuori dal campionato 2018.

Il disimpegno di Suzuki sembra ormai inevitabile, dato che la casa giapponese avrebbe scelto di puntare tutto sulla MXGP nel 2018, facendo correre Jeremy Seewer (promosso dopo il probabile 2° posto in MX2) e Arminas Jasikonis nella classe regina (ne fa le spese Strijbos, in cerca di moto) e dirottando tutto il budget su una sola classe: il team Suzuki World MX2, fucina di talenti da anni, sembra dunque destinato alla chiusura, con buona pace di quei giovani piloti che si stanno mettendo in mostra. Su tutti Hunter Lawrence, ottimo nel finale di stagione e vicino (si mormora) a Honda, ma anche il fratello Jett e gli altri giovani Zach Pichon e Bas Vaessen, tutti quanti destinati a cercarsi una squadra per il 2018.

Per quel che riguarda Kawasaki, invece, la questione è diversa: Monster Energy ha ufficialmente deciso di interrompere la sponsorizzazione del team Factory della MX2 in virtù dei risultati 2017, e il team owner Jean Jacques Luisetti sembrerebbe intenzionato a chiudere la squadra, lasciando quindi per il momento Kawasaki senza un team ufficiale nel 2018. La casa giapponese potrebbe restare dando supporto esterno agli attuali team clienti, su tutti Dixon (mentre resterà sicuramente il team Factory MXGP), ma al momento filtra pessimismo nel paddock: se l’addio della verdona alla MX2 dovesse essere confermato, gli attuali piloti, tra i quali c’è il nostro Morgan Lesiardo, resterebbero a piedi.

E, in virtù di questa situazione che li lascia di fatto ”liberi” dai contratti, Lesiardo (fresco del titolo EMX250), Adam Sterry e Stephen Rubini sarebbero già in cerca di una squadra per il 2018 (mentre Petrov tenterà la MXGP): non ci saremmo mai immaginati una MX2 senza Suzuki e Kawasaki ufficiali, ma tutto sembra portare a questo incredibile scenario. Vi aggiorneremo nei prossimi giorni.

5 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] 2018, e vedrà le già note assenze di Suzuki (addio al motocross) e del supporto Factory di Kawasaki ai team […]

  2. […] è pronto a verificarsi, coi rumours che prendono forza ora dopo ora, giorno dopo giorno: dopo aver chiuso il team MX2, appiedando Vaessen e Hunter Lawrence (che hanno firmato col team Honda gestito da Livia Lancelot), […]

  3. […] talenti emergenti del motocross italiano, e nel 2018 correrà con KTM Marchetti Racing dopo l’addio di Kawasaki ufficiale e qualche giorno di tensione. Abbiamo intervistato Morgan (e lo intervisteremo anche […]

  4. […] avevamo parlato nei giorni scorsi, e ora arrivano importanti conferme: Suzuki World MX2 lascerà il Mondiale motocross, e non […]

  5. […] Lawrence a trionfare nella gara-2 della MX2 e, se i rumours verranno confermati, questo sarà l’ultimo successo per Suzuki World MX2, che sembra intenzionata a lasciare la categoria.e proseguire solo come Suzuki World MXGP (con […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *