Vince in qualsiasi condizione in questo finale di stagione, dalle più ardue alle più semplici: Jeffrey Herlings doma il fango (dovuto alla copiosa pioggia che sta cadendo sul tracciato) e la scarsa visibilità di Matterley Basin, e conquista la manche MX2+Open del Motocross delle Nazioni! L’olandese parte forte, ma poi vede la sua gara azzerata da una caduta che lo costringe addirittura a rimontare: in testa c’è Romain Febvre, che viene superato agevolmente dopo due giri di studio a 10 minuti dal termine della manche.

Vittoria per Herlings e per la sua Olanda dunque, con Febvre 2° a otto secondi, e i due (in gara nella Open) scavano un solco mostruoso sugli altri corridori: 3° Zach Osborne (MX2), che supera nel giro finale uno strepitoso Alessandro Lupino, autore di una grandissima manche e sul podio virtuale per circa metà manche. L’azzurro aveva riottenuto il 3° posto dopo la caduta di uno scatenato Hunter Lawrence, ma lo perde nell’ultimo giro arrivando in debito d’energie: è un 4° posto d’oro per l’Italia, a cui però fa da contraltare il 23° posto di Michele Cervellin, nuovamente in difficoltà dall’inizio alla fine della manche. Il piazzamento di Cervellin verosimilmente sarà quello scartato dalla classifica finale (e questo ci rincuora: vi ricordiamo che valgono per la classifica solo i 5 migliori piazzamenti su 6), ma nel frattempo porta l’Italia al 7° posto nella classifica provvisoria con 65 punti e un +10 dal quarto posto.

Una classifica che vede la Francia allungare, portandosi a 25 punti (2° Febvre, 6° Charlier) e precedendo sul podio virtuale l’Olanda a quota 30 (1° Herlings e 9° Bogers) e l’Australia, arrivata a 39pti (5° Gibbs e 8° con rammarico Lawrence): seguono Svizzera (55), Gran Bretagna e Belgio (appaiate a 60) e l’Italia (65).

Alle 17.10 l’ultima manche, quella MXGP e MXoN con Antonio Cairoli e Alessandro Lupino in gara: azzurri a caccia della rimonta, due piazzamenti nei migliori 7-8 ci proietterebbero in una situazione interessante.

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] l’azzurro, reduce da un grande MXoN nella classe Open e dal 4° posto ottenuto nella manche MX2+Open (venendo superato a pochi metri dall’arrivo da Zach Osborne), cambierà infatti team, […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *