Nei mesi scorsi era uscita la prima bozza del calendario del Mondiale motocross 2018, e ora arrivano le prime conferme ufficiali sulle tante novità della prossima stagione, per un range di GP che si espande e dovrebbe arrivare fino a 21 gare stagionali (con qualche mugugno dei piloti).

Aumentano i paesi coinvolti, e aumenteranno ancora nel 2019, quando dovrebbe fare il suo esordio il GP cinese: nelle idee della FIM e di MXGP c’è l’espansione sul mercato asiatico, che sta portando buoni frutti, e così si spiega il bis indonesiano, che vedrà i corridori cimentarsi sui tracciati di Pangkal Pinang e Semarang in due gare distinte. Doppia Indonesia e (sulla carta) tris italiano con il GP del Trentino, una gara con sede da definire (Ottobiano?) e la chiusura stagionale a Imola in quello che ”formalmente” sarà il GP di San Marino, ma non solo: dopo qualche anno ritorna la Spagna sul circuito Red Sand di Castellon (inedito), e fa il suo esordio assoluto la Turchia. Si correrà ad Afyon in un tracciato nuovissimo, mentre piovono le conferme: i GP di Portogallo e Repubblica Ceca si correranno anche nei prossimi anni ad Agueda e Loket.

In attesa del calendario definitivo, che arriverà a giorni, abbiamo un’enorme certezza: l’MX of Nations 2018 si terrà negli USA, lo ospiterà il RedBud Circuit, con sede nel Michigan.

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *