Tanti auguri a un campione del mondo! Il ”fortunato” di oggi è Wayne Gardner, che forse domenica sarà a Motegi per tifare per il figlio Remy, pilota Moto2 e classe ’98: d’altronde dall’Australia al Giappone è un attimo, ancor di più quando hai un compleanno da festeggiare.

Wayne Gardner, che quest’oggi compie 58 anni, è stato uno dei grandi degli anni ’80, di quella fase del Motomondiale in cui vedere piloti partire direttamente dalla 500cc non era una rarissima rarità: Wayne, nato l’11 ottobre 1959 a Wollongong, comincia a vincere da ”dilettante”, con tre edizioni della 6 ore Castrol (1979-1980-1982), il campionato australiano 750cc e il titolo giovanile SBK nel 1983, ma poi ecco l’esordio nel Mondiale con Honda.

HRC lo accompagnerà per tutta la sua carriera, ma le prime stagioni saranno tutto tranne che esaltanti: zero punti nel 1983, un podio (Svezia) e il 7° posto nella generale 500cc l’anno seguente, con la vittoria sfiorata solo nel 1985 a Misano (4° nel Mondiale). I grandi risultati, però, sono alle porte, con Wayne Gardner che vince tre gare nel 1986, ma finisce 2° alle spalle di Lawson: un anno dopo, il Mondiale 500cc, dominato con 7 successi e 178pti.

Potrebbe essere l’inizio di una dinastia, e invece ecco un nuovo titolo perso da Lawson nel 1988: fatali quei punti persi in una caduta in Australia, dato che il distacco sarà proprio di 23 lunghezze, e sostanzialmente qui finiscono le super-stagioni di Gardner. Wayne va in calando, inizia ad incappare negli infortuni, e di fatto ottiene i migliori risultati chiudendo 5° nel 1990 e nel 1991: dopo aver disputato solo mezza stagione nel 1992 e aver vinto il suo ultimo GP, ecco il ritiro dalle moto.

Wayne Gardner chiude con 18 vittorie e 51 podi in 100 GP, ma soprattutto con un titolo mondiale e 4 successi nella 8h di Suzuka (1985-86, 1991-92): la sua carriera proseguirà nel Gran Turismo e nelle corse automobilistiche giapponesi, ma ora tutto questo è acqua passata. Wayne Gardner starà festeggiando il suo 58° compleanno, e noi gli facciamo tanti auguri!

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *