Sembra incredibile, quasi impossibile, eppure rappresenta bene la sfortuna della Ferrari in questo 2017, con Lewis Hamilton che commette il primo errore stagionale proprio dopo aver vinto il Mondiale: il britannico stacca la spina, o forse semplicemente osa troppo a gomme ancora non in temperatura. Sta di fatto che Lewis va a muro nelle fasi iniziali della Q1, non completa neppure un giro cronometrato e dovrebbe partire ultimo (da regolamento) anche con le penalità comminate a Ricciardo, Hartley (10 posizioni), Stroll (5 posizioni) e Gasly (25 posizioni) per sostituzioni del motore e di componenti della vettura.

Le qualifiche di Interlagos non hanno così il loro padrone designato, ma c’è sempre una Mercedes davanti a tutti: è Valtteri Bottas a centrare una pole strepitosa, ottenuta con un 1.08.322 che è il nuovo record della pista per distacco, una pista che sembra molto più veloce con le nuove F1. Dietro di lui Sebastian Vettel per soli 38 millesimi, poi ecco Kimi Raikkonen e Max Verstappen: 5° ci sarebbe Ricciardo, che però sconterà la penalità ed è stato furbo ed astuto. L’australiano si è qualificato (non si direbbe, visto il risultato) con gomme soft, ed effettuerà un primo stint lungo per sorprendere tutti: completano la top-10 Perez, Alonso, Hulkenberg, Sainz e Massa, con quest’ultimo che disputerà l’ultimo GP del Brasile in carriera.

Domani alle 17 la gara.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *