Seconda (e ultima) giornata di test, e nuovi tempi da urlo: c’è ancora Pecco Bagnaia al centro dell’attenzione nella sessione di Jerez de la Frontera, anche se non col miglior tempo di giornata.

L’italiano, Rookie of the year 2017 e portacolori del team Sky VR46 Racing con la sua Kalex rinnovata nell’aerodinamica, resta in testa per qualche ora, salvo poi cedere al ritorno di uno scatenato Miguel Oliveira, che si candida nuovamente ad essere uno dei grandi protagonisti della prossima stagione insieme a Bagnaia ed Alex Marquez: il portoghese, rimasto in KTM, piazza uno strepitoso 1.41.518, precedendo di un decimo Bagnaia (1.41.622) e andando mezzo secondo sotto la pole del 2017. Terzo posto per Alex Marquez (+0.201), che precede Brad Binder, Danny Kent (Speed Up) e Mattia Pasini: bene anche Luca Marini, 7° a sei decimi, mentre Baldassarri è 9°. Per quel che riguarda gli esordienti, Joan Mir prosegue nel suo discreto adattamento alla categoria piazzandosi 16° a 1”2 nella sua seconda giornata alla guida di una 600cc, e davanti a lui troviamo i due ex MotoGP, con Lowes 13° e Barbera 14°. Male Simone Corsi, che si piazza 19° (anche se a 1”361), e Romano Fenati che chiude 23°: in mattinata c’erano stati attimi di tensione per la rottura del motore della KTM di Lecuona, che aveva causato tante cadute (ko Lowes, Corsi e Bendsneyder, tra gli altri), mentre c’è una situazione sorprendente in Moto2. I piloti del team Forward, Eric Granado e Stefano Manzi, non sanno ancora con che moto correranno (in attesa della partnership 2019 con MV Agusta), e allora hanno provato sia con una Kalex che con Suter, ottenendo comunque tempi alti.

Si preannuncia una stagione complicata per Forward dunque, mentre in Moto3 tutto sembra portare ad un Aron Canet favorito per il titolo: tra i pochi piloti della categoria presenti, lo spagnolo è ancora dominante, e chiude con un 1.46.175 che lascia poche repoliche. Alle sue spalle Tony Arbolino a mezzo secondo, mentre Dennis Foggia scende in pista e si piazza a sette decimi dallo spagnolo: il campione mondiale junior si rifarà in stagione, viste le sue prestazioni nelle prime gare Moto3 ha grandi potenzialità. Insieme ai piloti di Moto2 e Moto3 (e ai fratelli Oncu, che correranno nel CEV Moto3 con KTM), ha girato ancora Eskil Suter, che con la sua 500cc e i suoi 50 anni si è piazzato a pochi decimi da Canet.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *