Quest’anno ha chiuso 3° nel Mondiale Moto3, e viene universalmente visto tra i favoriti per il titolo 2018: Aron Canet, valenciano di Corbera e classe ’99, è uno dei talenti in rampa di lancio del Motomondiale, ed il suo talento da Jorge Lorenzo in miniatura sembra destinato a portarlo a grandi traguardi.

Ci sentiamo di scommettere su di lui per l’anno prossimo (ma occhio al nostro Bastianini e a Jorge Martin), perchè quel titolo Moto3 sarebbe il perfetto completamento di un percorso durato tre anni e di una carriera decisamente precoce. Il piccolo Aron Canet Barbero sale sulla sua prima moto a 3 anni, prova anche i kart, ma è chiaro sin dalla giovanissima età che nella sua testa c’è solo la moto: inizia così un percorso che lo porterà a fare incetta di titoli nazionali giovanili, alla vittoria nel Campionato del Mediterraneo (viatico per tanti piloti) e al passaggio al CEV, con tanto di titolo sfiorato nel 2015 e in Moto3.

Come sempre, il CEV è l’ultimo passo prima del debutto iridato, che puntualmente arriva nel 2016 coi colori di Honda e del team Estrella Galicia 0,0 (che difende tuttora): la prima stagione, che dovrebbe essere d’ambientamento, è in realtà già positiva, con un 3° posto in Australia e la prima pole ottenuta a Valencia, sul circuito di casa. Il bottino parla di 76pti, ma la grande annata è dietro l’angolo e arriva nel 2017: tre vittorie (Spagna, Germania, Gran Bretagna), due pole e 5 podi che consacrano Aron tra i talenti emergenti, e lo portano a chiudere al 3° posto con 199pti conquistati.

E ora, visto che il campione del mondo (Joan Mir) e il suo vice sono sbarcati in Moto2, Aron Canet sembra il logico favorito per il titolo: siamo pronti a scommettere su di lui, ma in Moto3 mai dire mai, soprattutto quando ci sono così tanti piloti giovanissimi e talentuosi pronti a darsi battaglia.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *