Ve l’avevamo anticipato qualche giorno fa, ma ora è diventato ufficiale e rappresenta sicuramente la notizia della settimana: Alfa Romeo torna in F1 dopo 32 anni, iniziando la sua collaborazione con Sauber F1. Sarà proprio Alfa Romeo a fornire i motori (Ferrari, ma marchiati Alfa) alla scuderia di Hinwill per il 2018 e negli anni venire, in virtù di un accordo che vale sia a livello motoristico che come sponsorizzazione di Sauber (con conseguente cambio della livrea e una speranza per Antonio Giovinazzi, che lotta con Ericsson per affiancare Leclerc), una scuderia che chiuderà così i suoi problemi economici e sembra destinata a risorgere dopo qualche annata complicata.

Un concept della Sauber targata Alfa Romeo: se la livrea fosse davvero questa, sarebbe bellissima, non trovate?

Sauber non è nuova ad accordi del genere, dato che ai tempi di Kubica diventò partner di BMW nell’avventura in F1, ma questa partnership con Alfa Romeo è senza dubbio molto interessante, e ha catalizzato l’attenzione dei media italiani e mondiali, oltre all’entusiasmo di Sergio Marchionne, presidente di Ferrari e CEO del gruppo Fiat-Chrysler. Quella tra Sauber e Alfa Romeo sarà una collaborazione strategica, commerciale, economica e tecnologica, come svela lo stesso Marchionne: ”Si tratta di un passo significativo nella ristrutturazione del marchio Alfa Romeo, che torna in F1 dopo oltre 30 anni: parliamo di un marchio storico che ha fatto la storia di questo sport, che si unirà alle case già presenti in F1 e beneficerà della condivisione tecnologica e del know-how strategico di un partner esperto come Sauber. Gli ingegneri e tecnici di Alfa, che hanno dimostrato le loro capacità con Giulia e Stelvio, le auto appena lanciate, avranno l’opportunità di mettere questa esperienza a disposizione del team Sauber, mentre i tifosi dell’Alfa Romeo potranno supportare una casa automobilistica determinata a scrivere un nuovo capitolo di una storia avvincente e leggendaria”.

Dopo le parole di Marchionne, sono arrivate anche quelle di Pascal Picci, presidente del gruppo Sauber: ”Siamo lieti di dare il benvenuto ad Alfa Romeo all’interno della famiglia Sauber: Alfa ha una lunga storia di successi nelle competizioni motoristiche, e siamo lieti che abbia scelto di lavorare con noi per il suo ritorno nel motorsport. Lavorare a stretto contatto con un produttore di automobili sarà una grande opportunità per il gruppo Sauber, che potrà sviluppare ulteriormente i suoi progetti tecnologici e d’ingegneria. Siamo molto fiduciosi, sentiamo di poter portare l’Alfa Romeo Sauber F1 Team a grandi successi e toglierci tante soddisfazioni”.

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] la partnership tra Sauber e Alfa Romeo, che andrà a potenziare la scuderia svizzera e riportare in auge il marchio italiano, gli occhi di […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *