Si è concluso il week end di gare di Formula E ad Hong Kong è tempo di pagelle e valutazioni per i protagonisti:

Sam Bird voto 9: il re dei sorpassi regala emozioni al debutto stagionale. Scardina la resistenza di Vergne, si prende un drive through per un’entrata ai box un tantino garibaldina e poi vince scatenandosi nel finale. In gara 2 parte indietro per una penalità, si difende e porta a casa un bottino di punti che gli vale la testa della classifica generale. Con questa condotta di gara e con il consueto estro nei sorpassi, può provare ad inserirsi tra i pretendenti per il titolo. SCATENATO

Jean Eric Vergne voto 8,5: è la sorpresa del week end. In pochi si sarebbero aspettati di vederlo protagonista ed invece il francese è lì, davanti a tutti a duellare per la vittoria e per la leadership in classifica generale. Merito di una condotta di gara da autentico gladiatore. Lotta, resiste, combatte e si arrende nella prima manche solamente a Bird. Nella rivincita della domenica fa la formichina e guadagna punti pesanti. MASSIMO DECIMO MERIDIO

Felix Rosenqvist voto 8: il voto è la media tra una prima parte di week end poco esaltante ed una seconda metà da incorniciare. La vittoria in gara 2 è figlia dei guai altrui, d’accordo. Ma il ragazzo ha guidato veramente bene, con decisione, intraprendenza e tanta voglia di fare. Sicuramente è il miglior modo possibile per iniziare l’anno. E chissà che questa sorpresa non sia l’unica. CARRAMBA CHE SORPRESA

Edoardo Mortara voto 6,5: maledetto l’errore a due tornate dal termine. Tutta l’Italia si stava gustando l’esaltante cavalcata del pilota ex campione di Formula 3. Purtroppo, la sbavatura in gara 2 abbassa il giudizio della sua gara e sminuisce il bilancio del suo week end. Ci fa ben sperare la sana sfuriata nel dopo gara e l’adattamento rapido alla categoria. Forza Edo, riprovaci a gennaio! IMBUFALITO

Sebastien Buemi voto 5: nervoso, impreciso e falloso. Non stiamo parlando di un calciatore, ma del cugino del campione del mondo di Formula E 2015/16 sceso in pista ad Hong Kong. Il suo week end pare girare attorno al contatto con il rivale Di Grassi. Dopo quel crash va tutto storto e lui non riesce a riprendersi, andando inspiegabilmente in tilt. Brutto avvio. RIMANDATO ALLA PROSSIMA

Audi voto 4: non poteva esserci debutto peggiore. In gara 1 le due vetture mostrano fin da subito qualche limite ed una messa a punto non ottimale. Per di più, un contatto con Buemi pregiudica le possibilità di rimonta di Lucas Di Grassi. La situazione non migliora nella corsa della domenica: il campione del mondo naufraga malamente nelle retrovie. Ci sarebbe il giovane Daniel Abt a risollevare le sorti della squadra, grazie al successo nella seconda manche. Fermi tutti, il successo viene revocato per un’irregolarità assurda commessa dal team. E la classifica piange… TITANIC

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Formula E è l’argomento della settimana, dopo lo spettacolare doppio e-Prix di Hong Kong, l’ingresso nel futuro di tanti costruttori e le parole di Rosberg (”Per ora non voglio […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *