Nei giorni scorsi vi abbiamo parlato delle novità previste in F1 per il 2021, ma la Formula 1 avrà dei cambiamenti già nell’immediato (sì ad Halo, addio alla pinna sul cofano-motore) e nel prossimo futuro: un prossimo futuro chiamato 2019, che è stato scelto come anno-chiave per la sicurezza dei piloti.

Un settore che ha mostrato ancora qualche carenza con la tragica scomparsa di Jules Bianchi e verrà potenziato con Halo (il parabrezza che verrà introdotto nel 2018), ma anche con due interessanti novità introdotte a partire dalla stagione 2019: da anni ormai la FIA studia possibili miglioramenti dei caschi dei piloti, e finalmente sembra aver trovato la quadra. La Federazione Internazionale ha infatti deciso d’imporre dei nuovi standard per l’omologazione, puntando tutto sugli Advanced Helmets: si tratta di caschi evoluti con una forte protezione balistica, che consentiranno un maggiore assorbimento dell’energia in caso di incidente e dovranno passare test rigorosi e ferrei.

Questa soluzione verrà poi estesa a tutti i campionati sotto l’egida della FIA (WEC, WTCC ecc), ma gli Advanced Helmets non saranno l’unica novità prevista per il 2019: l’idea è quella di dotare i piloti di guanti biometrici, che andranno sia a fornire alle scuderie importanti dati da sfruttare nella preparazione fisica, sia ad aggiornare in tempo reale sulle condizioni del pilota, sullo sforzo della gara e sulla situazione in caso di incidenti con perdita di conoscenza del diretto interessato. La F1 prova ad essere più sicura, e vedremo se queste novità, sommate ad Halo, ridurranno quel margine di rischio che tuttora esiste nel mondo delle corse.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *