Il 2017 della Ferrari è stato bello solo a metà, con la Rossa che ha accarezzato per varie gare il sogno iridato, salvo poi eclissarsi un po’ per i problemi d’affidabilità (candela e motore), un po’ per gli errori di un Sebastian Vettel che perde ogni freno inibitore quando si trova vicino a Max Verstappen (vedi Singapore) e ha commesso varie ingenuità.

Il titolo è così andato a un Lewis Hamilton perfetto, e in tanti hanno criticato l’emotività e il comportamento di Sebastian Vettel: a queste voci quest’oggi si aggiunge quella autorevole (autorevolissima) di Eddie Irvine, che ha attaccato il tedesco dalle pagine di Motorsport.com, criticandolo proprio per i suoi errori. Ecco le parole del pilota britannico, che sfiorò il titolo nel 1999 con Ferrari: ”Sebastian aveva una macchina meno forte e forse non era il miglior pilota, ma dev’essere deluso per il suo comportamento dentro e fuori dalla macchina in questo 2017: ha perso il titolo e si è comportato da stupido. Dev’essere frustrante per lui, ha vinto 4 Mondiali facili con Red Bull, avendo la miglior vettura per distacco e limitandosi a sconfiggere Mark Webber, ma ora deve lavorare sodo e non riuscirà a vincere con quella facilità: Hamilton ha una macchina migliore e non deve lavorare duramente come Vettel per vincere, quindi dev’essere stato difficile per il tedesco vedere gli altri vincere così”.

Una critica dura a Sebastian Vettel, che nel 2018 dovrà lavorare duramente per tentare il nuovo assalto al titolo della F1 (sarebbe il 5° Mondiale sia per lui che per il campione in carica): Hamilton vincerà agevolmente oppure assisteremo alla riscossa-Ferrari? Lo scopriremo tra qualche mese.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *