La vicenda ha riempito le pagine dei siti e dei giornali negli ultimi mesi della stagione, e ora è giunta a una prima conclusione. Tutto era nato da un esposto presentato in tribunale dai vicini di Valentino Rossi, che contestavano il famoso ”Ranch”, luogo in cui VR46 e i piloti dell’Academy si allenano, sulla famosa pista ricavata nella zona della cava in cui si allenava da ragazzo lo stesso Valentino: le problematiche, secondo i vicini di Tavullia, erano legate all’eccessivo rumore e alla polvere scatenata dalle moto, con un successivo esposto riguardo al numero eccessivo di mezzi in pista e alla vicinanza del ranch rispetto alle case degli abitanti.

Insomma, i vicini chiedevano senza mezzi termini la chiusura del Ranch, che oltre ad essere un luogo chiave nello sviluppo e nell’allenamento di Valentino Rossi e dei talenti a lui legati, è diventato anche una delle attrazioni di Tavullia (la città-sacrario di VR46, nato e cresciuto lì), e ora è arrivata l’attesa sentenza del TAR delle Marche. Il tribunale, interpellato dai querelanti (che lamentavano ”limitazioni della libertà personale”), ha dato parere negativo al ricorso dei vicini di Valentino Rossi, dando dunque ragione al pilota: non ci sono irregolarità nella realizzazione e costruzione dell’impianto, costruito tra il 2009 e il 2011 in un’area che venne modificata nel piano regolatore da zona agricola a educativa-scolastica per i piloti dell’Academy (e dunque edificabile), ma soprattutto non ci sono irregolarità nello sfruttamento della pista.

Come ha stabilito il TAR, ”gli orari di funzionamento dell’impianto non coincidono con le ore dedicate al riposo pomeridiano o notturno delle persone”, e non ci sono violazioni neppure dal punto di vista sonoro perchè ”in nessuna delle verifiche eseguite dall’Arpa il valore limite delle emissioni è stato superato”: vittoria su tutta la linea per Valentino Rossi, ma i querelanti sembrano decisi a non darsi per vinti e fare appello al Consiglio di Stato (ultimo grado di giudizio). Non sembrano comunque esserci i margini per una sconfitta del Dottore, che dunque potrà continuare ad allenarsi e dare spettacolo sulla pista sabbiosa del Ranch, che recentemente ha ospitato la 100km dei campioni con tanti big del motociclismo presenti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *