Una perdita decisamente importante, che va a privare lo squadrone Honda di uno dei suoi punti di forza: Paulo Gonçalves, 38enne (e fratello di Rui, il motocrossista) con una grande esperienza nei rally-raid che avrebbe dovuto aiutare Joan Barreda, ha dato forfait alla Dakar nella serata di ieri, uscendo ufficialmente dalla lista dei partecipanti presente sul sito ufficiale della competizione.
Guardando sul portale della Dakar, infatti, notiamo come il numero 6 del portoghese sia stato depennato dall’ASO, con un buco dal #5 di Barreda al #7 di Franco Caimi (argentino della Yamaha): fatale per Gonçalves una brutta caduta in allenamento nelle scorse settimane, e quando il portoghese è arrivato in Perù per lo showdown, si è accorto di non riuscire a guidare. Troppo forte il dolore al ginocchio, al bracco e alla spalla, che hanno convinto il portoghese ad arrendersi e ritirarsi ancora prima del via: HRC lo sostituirà con il cileno Ignacio Cornejo, che era stato inserito come riserva ufficiale e sostituirà il 38enne alla guida della Honda ufficiale.
Cornejo, campione mondiale junior nei cross country e già partecipante a due edizioni della Dakar, salirà dunque sulla moto senza aver effettuato test o prove particolari del tracciato, ereditando una situazione particolare: al momento dell’imbarco a Le Havre, infatti, la moto di Gonçalves era stata derubata, venendo poi ricostruita a tempo di record dai meccanici di HRC prima della partenza. Cornejo si ritroverà dunque non solo a subentrare all’improvviso al via della Dakar ereditando la #6, ma anche a guidare una moto con pochissimi chilometri alle spalle: riuscirà ad aiutare Barreda e disputare una buona corsa? Lo scopriremo dalle 14 in poi, in una Dakar che scatta già con le polemiche: Peugeot, grande favorita nelle auto (che disputerà l’ultima Dakar), ha effettuato una lamentela ufficiale perchè sono state vietate in extremis le mappe cartacee ai copiloti. Ci sarà da divertirsi, da qui al 20 gennaio.
1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] della Dakar 2018. 4° posto invece per Joan Barreda, che ha perso un supporto importante come Paulo Gonçalves e cede 56”, mentre Xavier De Soultrait (Yamaha) è quinto (1’06”) e precede […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *