“Siamo pronti!”. È questo il motto lanciato dall’amministratore delegato Claudio Domenicali, durante la presentazione della nuova Ducati Desmosedici GP18. Nella casa della Rossa traspare gioia per le numerose soddisfazioni ottenute durante la stagione 2017 della MotoGP. Le 6 vittorie ottenute da Andrea Dovizioso rendono orgogliosi tutti gli uomini Ducati, così come la crescita spaventosa di Jorge Lorenzo nel finale di stagione. Sui volti degli uomini della casa di Borgo Panigale si può osservare un pizzico di amarezza per l’anno scorso, ma la consapevolezza che nel 2018, la Ducati sarà protagonista. A partire dalle nuove caratteristiche della due ruote, illustrate meravigliosamente dal solito Gigi Dall’Igna. La nuova Desmosedici è migliorata nella ciclistica, punto su cui hanno lavorato maggiormente i tecnici in rosso. Il telaio è più corto così da risolvere il tallone d’Achille della scuderia bolognese, ovvero la velocità al centro curva insieme alla percorrenza. La Ducati però non rinuncia mai a ritoccare ed evolvere i propri punti di forza. Così, il motore ha qualche cavallo in più e l’aerodinamica troverà la sua versione migliore dopo i test di Sepang. Il 2018 sarà dunque un turning point per Ducati Corse, visto che la nuova MotoGP studiata dovrà effettuare quell’ulteriore salto di qualità, consentendo ai propri piloti di essere competitivi in ogni tracciato.
La nuova due ruote sarà però all’altezza? Se Paolo Ciabatti e Davide Tardozzi non si espongono più di tanto, Michele Pirro invece non ha dubbi. Il collaudatore, nonché terzo pilota Ducati, si aspetta una stagione di primo piano sia per Jorge Lorenzo che per Andrea Dovizioso.
La Rossa non viene rinnovata solamente a livello tecnico, ma anche a livello estetico, dopo l’addio dello sponsor Tim, a fianco della Ducati addirittura dal 2004. Lorenzo e Dovizioso esordiscono sul palco a cavallo delle proprie belve motociclistiche, mostrando la livrea esclusiva della nuova GP18. Sulla Desmosedici vediamo sempre equilibrio tra rosso e bianco, con il primo colore concentrato più agli estremi e il secondo invece sulla carena, anch’essa dalle forme esclusive. La novità più grande però è l’inserimento del grigio, che rende la moto più aggressiva secondo il Dovi, e più moderna invece secondo il Por Fuera.
I due top rider però non parlano solamente dell’estetica della propria moto. Il forlivese ha ancora negli occhi un 2017 magico, anche se i rimpianti non mancano. Andrea però ha tanta voglia di ricominciare, con un casco nuovo ma con la stessa determinazione dell’anno precedente. Il ragazzo sa di doversi confermare e puntare possibilmente al titolo.
Jorge Lorenzo invece non si nasconde dietro ad un dito, come ha sempre fatto d’altronde. Il suo 2017 non è stato per niente facile, ma il finale di stagione ha lasciato tantissime sensazioni positive. Sugli obiettivi del 2018, però, Martillo non vuole esporsi troppo, ma annuncia che la squadra e il team sono fatti per vincere, e promette ai suoi tifosi che vedranno la miglior versione di sè. E con queste premesse, c’è il “meraviglioso rischio” di vincere tante gare, per stessa ammissione del numero 99.
Ducati rinnovata sia a livello tecnico che estetico, ma soprattutto troviamo una Rossa pronta. Pronta per crescere, per emozionare, e possibilmente per vincere!

Ecco uno scatto della nuova Desmosedici GP 18:

IMG_6275

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *