Niente Triplete, non stavolta. Fernando Alonso ha deciso di rinunciare a correre la 500 Miglia di Indianapolis. Meglio puntare all’avvicinamento alla 24 Ore di Le Mans, peraltro già abbastanza dispendioso in termini di energie psicofisiche. E, soprattutto, meglio tornare ad assaporare il gusto di giocarsi il titolo iridato in F1. Un piacere mancato nelle ultime quattro stagioni, in cui, tra vetture poco competitive e sfortune di ogni sorta, lo spagnolo di Oviedo ha raccolto poco, pochissimo. Per questo motivo, la speranza di disporre di una McLaren-Renault finalmente solida e capace di giocarsela con i primi della classe ha ingolosito “Nando”, distogliendolo da alcuni propositi esterni alla Formula 1. In molti bisbigliano di un prepotente ritorno della scuderia di Woking ad alti livelli, grazie ad un’aerodinamica azzeccata e ad un propulsore dall’affidabilità ritrovata. Di conseguenza, con la possibilità di sfidare apertamente il Re Lewis Hamilton, Alonso preferirebbe non saltare il Gran Premio di Montecarlo che si svolgerà in concomitanza con l’appuntamento di Indianapolis. Meglio concentrarsi sull’assalto al terzo titolo in carriera, rinunciando così alla realizzazione di una tripletta singolare in carriera.

Intendiamoci bene: il Triplete di Alonso, molto probabilmente, è solamente posticipato. L’attacco alla 500 Miglia di Indianapolis ci sarà, ma magari in una stagione meno complessa. Quest’anno, gli obiettivi sono già tanti e complessi da raggiungere. Vincere in F1 è difficile, adattarsi all’enduro è una sfida snervante. Insomma, per il 2018 basta e avanza. Certamente, la fame di vittorie e la voglia di adrenalina porteranno “Nando” a ripresentarsi ai nastri di partenza della gara statunitense. Gli appassionati dovranno attendere per altri dodici mesi. A meno di non lasciarsi trascinare dalla sua sfida nell’enduro. Una tentazione intrigante.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *