Prima le voci sul cambio nome, che in realtà è stato rimandato al 2019, e ora delle altre notizie scuotono l’inizio della stagione della Force India, che sin qui non ha sorpreso nei test e sembra aver perso il vantaggio prestazionale che aveva nei confronti della fragile McLaren e di Renault, e presto potrebbe cambiare proprietario.

Stando a quanto riportano le indiscrezioni di queste ore, sarebbe a buon punto la trattativa tra l’attuale board della scuderia anglo-indiana e Rich Energy, nome che sarà noto ai più: si tratta di un’azienda britannica famosa per il suo energy drink, che dunque andrebbe a rilevare Force India dalle mani di Vijay Mallya e dare nuovo impulso al progetto tecnico della Pink Panther, che negli ultimi anni sta pian piano riducendo gli investimenti. Ecco perchè non è stato effettuato nessun cambio di nome nel 2018, dato che nel 2019 dovrebbe arrivare la grande rivoluzione con l’ingresso di un altro energy drink come proprietario di un team in F1 (dopo Red Bull): questo perchè l’offerta di Rich Energy è di quelle irrinunciabili, circa 200mln di sterline per rilevare la scuderia e le strutture basate a Silverstone.

Secondo i media britannici, l’accordo potrebbe chiudersi già entro la fine di marzo, anche se i leader di Force India inizialmente avevano smentito l’esistenza di un’offerta per l’acquisizione del 100% della scuderia: ora invece la trattativa è reale e ben avviata, e il team anglo-indiano si prepara a una significativa svolta. Attendiamo dunque novità riguardo al passaggio di proprietà, atteso anche dai piloti, con Sergio Perez che ha fatto intendere di essere a conoscenza della trattativa ai microfoni di El Mundo Deportivo: ”Force India deve pensare innanzitutto ad aumentare il budget. Ci sono interessanti novità in vista per il futuro, anche se per ora non ci sono annunci ufficiali, ma prima di tutto pensiamo a investire di più”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *