Finalmente si comincia. Dopo quattro lunghissimi mesi di pausa, torna lo spettacolo del Motomondiale, che parte come di consueto dal caldissimo Qatar e dal circuito di Losail: temperature altissime sulla pista asiatica, molto diverse da quelle incontrate nei test, e così ne esce la prima vera prova per chi tenterà di inseguire i titoli mondiali di MotoGP, Moto2 e Moto3. Ecco i risultati classe per classe.

MOTOGP: DOVIZIOSO IN TESTA, ROSSI E MARQUEZ A RUOTA- Le prime prove libere della MotoGP ci regalano subito un pilota italiano in testa: dopo qualche giro nella top-10, Andrea Dovizioso svetta in testa precedendo tutti gli avversari e trovando un interessante 1.55.366. Il ducatista sembra avere (per ora) il passo migliore, ma occhio a chi lo segue a ruota: Valentino Rossi effettua un gran finale, e chiude a 61 millesimi dal vicecampione del mondo. Tutto da valutare il suo passo-gara, e in tal senso avremo indicazioni interessanti dalle prossime sessioni. Da valutare anche Marc Marquez, costantemente tra i primissimi e terzo a 377 millesimi (ha già rischiato una caduta, al pari del fratello Alex): seguono Iannone (+0.450), Lorenzo (+0.522), Zarco (+0.577), Crutchlow (+0.623), Rins (+0.631), Petrucci (+0.710) e Rabat (+0.745). Quattro Ducati nei primi 10, un’indicazione su quanto conti il motore in questa pista, mentre è un disastro Maverick Vinales: 13° posto per lui a 764 millesimi. Out dai 10 anche Pedrosa, mentre chiude 21° Morbidelli a quasi 2”.

MOTO2: BALDASSARRI IN TESTA SU OLIVEIRA, SORPRESA-FENATI– Il primo riscontro cronometrico della Moto2 ci regala il miglior tempo per uno degli outsider che vi avevamo indicato nella nostra presentazione: il crono più veloce arriva da Lorenzo Baldassarri, portacolori da quest’anno del team Pons HP40, che stampa un interessante 2.01.601 e precede tutti i big della categoria. Il Balda tiene dietro di sè Miguel Oliveira e la sua KTM (+0.236) e un sorprendente Romano Fenati, che dopo dei test deludenti si piazza in terza posizione: distacco di 289 millesimi per Fenny, che precede Alex Marquez (+0.352) e un altrettanto sorprendente Marcel Schrotter (+0.445). 6° Jorge Navarro, che precede il nostro Pecco Bagnaia: distacco di 575 millesimi per il portacolori dello Sky Racing Team VR46, con Pasini, Gardner e Binder a completare la top-10. 13° Luca Marini a 819 millesimi, 15° Simone Corsi e solo 16° un deludente Sam Lowes: il britannico precede Barbera e Joan Mir, primo a superare il secondo di distacco e acciaccato dopo un infortunio in motocross. Gli altri italiani: 24° Manzi, 25° Locatelli, 32° e ultimo Fuligni a 5”.

MOTO3: BASTIANINI GUIDA, DISTACCHI RIDOTTISSIMI– Italia in testa anche nella Moto3, la prima a scendere in pista sul tracciato del Qatar: guida Enea Bastianini, che inseguirà il titolo iridato sotto le insegne del team Leopard Racing e ha preceduto tutti col tempo di 2.07.741. Leadership effimera però, dato che i distacchi sono praticamente nulli: Canet è dietro di 9 millesimi, terzo Jorge Martin a 21 millesimi. Questi tre verosimilmente si giocheranno il titolo, e dopo di loro c’è il vuoto: il 4°, McPhee, è staccato di otto decimi netti, venendo seguito da Bezzecchi e Migno con pochissimi millesimi di distacco. 7° Di Giannantonio, 10° Dalla Porta, mentre sono indietro i piloti del team Sky: 12° Nicolò Bulega a 1”232 e 26° Foggia a 2”306. Gli altri italiani: 20° Antonelli e 27° Arbolino.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *