Carte rimescolate praticamente in ogni classe e tempi velocissimi. Le qualifiche del GP del Qatar, che si disputerà domani sul circuito di Losail, finiscono col confondere le idee agli appassionati e spazzolare via quasi tutte le indicazioni della giornata di ieri: l’unica certezza è Alex Marquez in Moto2, mentre Moto3 e MotoGP hanno due poleman a sorpresa (ma non troppo). Andiamo a scoprire cos’è successo e fare un punto sulla situazione in vista dei GP di domani: ricordiamo che tutte le gare saranno in esclusiva Sky, con la Moto3 alle 14, la Moto2 alle 15.20 e la MotoGP alle 17.

MOTOGP: JOHANN ZARCO IN POLE COL RECORD DEL TRACCIATO– La prima sorpresa di giornata arriva senza dubbio da Johann Zarco, che dà una gioia e un dolore a Yamaha nello stesso momento: da un lato c’è la pole position, dall’altro la consapevolezza che la moto clienti preparata da Tech 3 (che lascerà nel 2019) senza grandi aggiornamenti negli ultimi giorni è più veloce delle moto ufficiali. Ma tant’è, e Zarco stampa un tempo incredibile: 1.53.606, nuovo record della pista e partenza dalla casella più ”bella”. Dietro a Zarco, ecco Marc Marquez a 202 millesimi, precedendo Danilo Petrucci con un ritardo di 207 millesimi: tutti questi piloti sono scesi sotto il record del 2008, mentre dietro ecco Cal Crutchlow, Andrea Dovizioso e Alex Rins. La sensazione è che il Dovi, staccato di 394 millesimi nella giornata odierna, abbia voluto mischiare le carte e far credere a tutti di aver effettuato un passo indietro: ma in realtà, il ritmo-gara del vicecampione del mondo è il migliore di tutti. Tant’è che il 90% dei piloti sarebbe disposto a giocarsi grandi somme sulla sua vittoria: completano la top-10 Dani Pedrosa, Valentino Rossi, Jorge Lorenzo e Jack Miller, con VR46 (messo ko nel pomeriggio da un salto dican8° a 702 millesimi. Il Dottore sembra avere il passo per stare coi primi, ma dovrà effettuare un miracolo perchè partendo così indietro rischia di perdere il treno giusto. 11° Iannone, mentre Vinales è 12° e staccato di 1”027 da Zarco: interessante la qualifica di Morbidelli, che debutterà domani e scatterà dal 14° posto. Daje Franco.

MOTO2: POLE PER ALEX MARQUEZ, SEGUONO GLI ITALIANI– La Moto2 è una delle poche certezze stagionali, e l’equilibro di questa spettacolare classe si riflette anche sulle qualifiche in questo GP del Qatar: le temperature basse e le luci artificiali della sera qatariota vanno a condizionare i piloti e rendere il tutto epico. Ne escono delle prove interessanti, nelle quali Alex Marquez è velocissimo e demolisce gli avversari con un sontuoso 2.00.299, che vale pole e dominio sugli avversari: il secondo, Lorenzo Baldassarri, è staccato di 308 millesimi e Pecco Bagnaia è quinto a 544 millesimi. Quarto posto per Miguel Oliveira a pochi millesimi dall’italiano, e verosimilmente il portoghese si giocherà la vittoria con Marquez jr e con gli italians: per proseguire sulle qualifiche, un sempre più rinato Romano Fenati chiude 5° a sei decimi. Completano la top-10 Kent, Navarro, Pasini (8° a 763 millesimi), Schrötter e Sam Lowes: per ciò che riguarda gli altri italiani, Simone Corsi è 14°, con Luca Marini 17° e Locatelli 23°. Dietro a lui Joan Mir a 2”, e completano il quadro dei nostri piloti i disastrosi Manzi (28°) e Fuligni: l’esordiente in una stagione completa chiude a 3”799 dal fratello d’arte. Un esordio rivedibile per lui, decisamente rivedibile.

 

MOTO3: NICCOLÒ ANTONELLI FA LA POLE– Dopo il super-record di Jorge Martin, tutti si aspettavano di rivederlo in testa, e invece ecco un leader a sorpresa nelle primissime qualifiche stagionali: Niccolò Antonelli regala la prima pole position al team SIC58 Squadra Corse, confermando così la buona forma mostrata ieri quando era stato il primo degli umani. Il suo tempo è un ottimo 2.06.346 e vale una pole temuta per solo un millesimo: Jorge Martin è vicinissimo, con Gabriel Rodrigo terzo a quasi mezzo secondo. Sorprese anche in seconda fila coi nipponici Sasaki e Tobe in prima fila, a precedere un ottimo Marco Bezzecchi, a suo agio con la KTM Moto3 2018 e velocissimo (+0.694). Completano la top-10 Aron Canet (695 millesimi), Oettl e i due piloti del team Leopard, con Dalla Porta davanti a uno spento Bastianini. Enea chiude 10° a 960 millesimi, ma si giocherà la vittoria insieme agli altri protagonisti, dato che aveva fatto registrare un ottimo ritmo nelle prove libere. Per completare il quadro italico, il migliore degli ”altri” è Migno con un ottimo 14° posto: 16° Di Giannantonio, 22° Bulega (2” netti), 25° e 26° Dennis Foggia e Tony Arbolino. Per lo ci sarà rimontare parecchio, e domani avremo finalmente le prime gare stagionali. Ecco tutti gli orari.

h. 14 Moto3
h. 15.20 Moto2
h. 17 MotoGP

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *