L’ennesima conferma per Pauls Jonass, il riscatto di Antonio Cairoli: gara-1 dell’MXGP della Comunitat Valenciana, disputato per la prima volta quest’anno sul circuito di Redsand (Castellon), ci regala grandi emozioni, e vede tornare alla vittoria Tony dopo due duelli persi contro Jeffrey Herlings. Troppo superiore l’italiano rispetto all’olandese, e così Cairoli infligge un bello schiaffo psicologico all’attuale leader Mondiale: i due continuano a fare un altro sport, ed ecco tutti i risultati.

MXGP: ANTONIO CAIROLI FA SUA GARA-1– Vincere per tornare in vantaggio nel duello psicologico, vincere per iniziare ad accorciare nella classifica iridata e mettere pressione a Jeffrey Herlings: Antonio Cairoli sapeva benissimo cosa fare sul circuito di Redsand, e riesce a fare una grande anche senza una partenza di qualità. Dopo varie holeshot, TC222 scatta davvero male, finendo nella pancia del gruppo mentre Febvre precede Gajser, Paulin, Desalle e Seewer: Tony è però scatenato, e supera di fatto ogni avversario in un giro, finendo al terzo posto e lanciandosi all’assalto dello sloveno. Gajser viene superato agevolmente, e si perde fino ad andare al contatto con Paulin, mentre Antonio Cairoli si appiccica a Febvre e lo supera dopo qualche giro di studio: meraviglioso il sorpasso all’esterno a gas spalancato, mentre dietro di loro Herlings arriva intorno alla 4a posizione e supera anche Desalle con un buon passo. Cairoli s’invola con 2” circa di vantaggio su Febvre, con Herlings 3° e gli altri più staccati, e l’olandese arriva secondo grazie a un errore del francese: curva troppo larga e fuori traiettoria per Romain, che va ko sotto pressione e consegna il piazzamento d’onore a Jeffrey Herlings. Vince infatti autorevolmente Cairoli con 4”693 su Herlings e 12”061 su Febvre, ed ecco tanti piloti di qualità nella top-10: Clement Desalle è quarto a 14” circa, seguito da Lieber, Seewer, Paulin, Gajser (entrambi condizionati dalla caduta, mentre a completare i 10 ecco Max Nagl con TM e van Horebeek. Migliore degli altri italiani Alessandro Lupino 17° e non doppiato: male Pezzuto e Bonini, entrambi doppiati. Il risultato di questa manche porta Antonio Cairoli a -3 da Herlings: un eventuale bis in gara-2 lo porterebbe nuovamente in testa alla classifica.

MX2: PAULS JONASS FA CINQUE– Ormai il risultato della MX2 sembra quasi scontato su ogni terreno: grandioso il lavoro effettuato dallo staff KTM e dal pilota stesso con Harry Everts, e così Pauls Jonass ha vinto di nuovo e centrato il 5° successo consecutivo in altrettante gare disputate col piglio del dominatore.  In Spagna è meno facile del previsto, con Henry Jacobi che centra l’holeshot e il #1 lettone che lo insegue insieme a Mewse, Prado, Lawrence e Bernardini, che s’inserisce tra i big e viaggia veso il recupero. Il campione del mondo supera subito Jacobi approfittando di un suo errore (uscita dal tracciato) e involandosi verso il successo: il gruppo alle sue spalle è nutrito e guidato da Mewse, con Prado e gli altri big (Olsen ecc) più staccati. Lawrence e Olsen perdono contatto subito, Bernardini/Sanayei e gli altri hanno il passo, e così Pauls Jonass controlla agevolmente mentre dietro si scannano per il podio: Prado attacca Mewse, i due rischiano troppo e fanno rientrare Thomas Kjer Olsen, che prova a centrare il bersaglio grosso e confermarsi come uno dei talenti più interessanti: il suo attacco funziona solo fino a portarlo al 3° posto, con la vittoria che va a Pauls Jonass davanti a un Jorge Prado staccato di 3”886. Completa il podio Olsen con 5”319 di svantaggio, e poi a completare la top-10 ecco i vari Mewse, Lawrence, Sanayei, Vlaanderen, Beaton, Bernardini (9°) e Sterry: ottimo 9° posto per Samuele, che sta ricostrendo la condizione fisica dopol’infortunio di metà 2017 e inizia a far vedere cose interessanti. Gli altri italiani: Lesiardo è 18° e ultimo dei non doppiati, Bertuzzi va out. Con questo risultato, Pauls Jonass ha già 23pti di vantaggio su Olsen sui 125 messi in palio. Numeri da campione, numeri da Herlings vecchia maniera.

Le seconde manche si terranno quest’oggi: appuntamento alle 16.10 con l’MX2 e 17.10 con la MXGP.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *