Dopo il caos con KTM Bos Suspension e la rottura traumatica che l’aveva lasciato a piedi, con tanto di accuse reciproche, Benoit Paturel è pronto a ripartire e iniziare ufficialmente la sua avventura in MXGP: è di oggi la notizia della firma del talentuoso pilota francese, un 23enne dalle indiscutibili qualità, col team KTM Marchetti Racing.

Sarà dunque la struttura italiana, che fa già correre Josè Butron in MXGP e Morgan Lesiardo in MX2, ad accogliere il pilota classe ’94 e nativo di Lione, che dovrà rilanciare una carriera che aveva subito un brusco stop nella pre-season: Paturel aveva rotto con KTM Bos lamentando lo scarso feeling con la moto (curioso, è la stessa che guiderà ora) e rifiutandosi di partecipare ad ulteriori test, e nei mesi seguenti aveva corso alcune gare del circuito francese Motocross e Supercross con una Honda privata e totalmente nera (senza sponsor ecc), strizzando anche l’occhio ad HRC nel caso in cui avesse bisogno di un pilota per sostituire l’infortunato Brian Bogers. Honda però non ha dato segnali, e così nella giornata odierna Benoit Paturel ha firmato con KTM Marchetti Racing, che lo farà esordire già nel GP italiano dell’8 aprile e lo schiererà per tutte le altre gare della stagione: un ottimo innesto per la struttura italiana, che avrà così in squadra un pilota talentuoso, che negli anni scorsi aveva completato la sua crescita in MX2 con Yamaha e si era ritrovato a lottare per il titolo a suon di piazzamenti e regolarità (3° nel campionato 2016, vincitore del GP svizzero nel 2017).

Il 23enne di Lione esordirà coi colori di KTM Marchetti già lunedì 2 aprile in una gara francese, e ha espresso tutta la sua felicità per questa nuova avventura sul suo profilo Facebook: ”Ho una grande novità da annunciarvi: ho firmato un contratto col team KTM Marchetti per il resto del Mondiale MXGP, cosa di cui vado davvero fiero. Prima di tutto voglio ringraziare tutti coloro che mi sono stati vicini in questo momento difficile, non dimenticherò mai chi mi ha aiutato ad allenarmi, a provare le partenze e sentire l’odore delle gare, ma soprattutto a ritrovare il sorriso, la combattività e la voglia di vivere necessarie per centrare il mio obiettivo. Ringrazio in particolare Bihr (Thierry Milley), Espace 7 (Jules e Sam), Bud Racing (Stephane Dasse), il mio allenatore e meccanico (Steven Romain) e la mia fidanzata (Amélie), oltre a tutti coloro che fanno parte del mio più stretto entourage. È stata dura, ma esco da tutto questo rafforzato e dopo aver appreso una bella lezione di vita. Addio alla mia BlackMachine (la già citata moto total black, ndr), non ti dimenticherò mai. Ora dovrò lavorare duramente e fare tanti test per abituarmi alla mia nuova moto”.

Bonjour à tous , j’ai une grande nouvelle à vous annoncer aujourd’hui . Je viens de signer un contrat avec le team KTM…

Pubblicato da Benoit Paturel su Giovedì 29 marzo 2018

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *