Una nuova tragedia scuote il mondo dei dakariani italiani e dell’off-road, che perde un protagonista della Dakar 2018 in un incidente imprevedibile e tremendo: nella serata di ieri ci ha lasciato infatti Fausto Vignola, uno dei partecipanti italiani all’ultima edizione del rally-raid più famoso del mondo, un pilota che si era ben distinto nel suo esordio sulle dune sudamericane e in una corsa esigente dal punto di vista fisico e mentale.

Il fattaccio è avvenuto nell’entroterra ligure, e per la precisione nel comune di Balestrino, cittadina nella quale Vignola si stava allenando insieme ad alcuni amici con la moto da enduro percorrendo una strada sterrata: stando alle prime ricostruzioni, il pilota 37enne faceva da apripista agli altri tre motociclisti, e ad un certo punto ha perso il controllo della sua moto, finendo con l’essere sbalzato dal mezzo e andando a impattare violentemente contro un albero. Un impatto tremendo e fatale, dato che a nulla sono serviti gli interventi dei Vigili del Fuoco e dei soccorsi accorsi sul posto: Fausto Vignola, nativo di Albenga e legato alla città ligure al punto da esibire lo stemma dei Fieui di Caruggi (il foulard con la Fionda) alla partenza della Dakar, è morto sul colpo e ha visto interrompersi sul nascere una carriera promettente.

Dopo aver debuttato nei rally-raid nel 2016, Vignola si era infatti lanciato nelle corse affini alla Dakar l’anno scorso, chiudendo con un considerevole 19° posto nel Panafrica Rally Year 2017: poi, a gennaio, la sua prima Dakar, chiusa al 52° posto con un ritardo di 19h41’45” dal vincitore Matthias Walkner. Una Dakar disputata coi colori del Solarys Racing Team di Castiglion Fiorentino, che aveva affidato a lui e a Maurizio Gerini due competitive Husqvarna, ricevendone in cambio un ottimo debutto. E proprio Castiglion Fiorentino è rimasta particolarmente colpita dalla morte di Vignola, che si era avvicinato alla Dakar dopo averla seguita da tifoso di Fabrizio Meoni, nativo proprio della città toscana e morto durante la Dakar 2005: ora, la città toscana viene nuovamente colpita da questo dolore inflitto al Team Solarys, alla famiglia di Fausto Vignola e a tutti gli appassionati dell’off-road, che perdono improvvisamente un pilota promettente e una persona disponibile e solare.

Vi alleghiamo il ricordo di Fausto Vignola scritto da Maurizio Gerini, suo compagno di squadra nella Dakar 2018, ed estendiamo le nostre condoglianze ai familiari e a tutti coloro che conoscevano e amavano il motociclista ligure.

 
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *