Pista bagnata e meteo folle. Con queste premesse, è venuta fuori una giornata difficilmente interpretabile. Nelle prove libere, le Honda hanno fatto la voce grossa. Marc Marquez, Dani Pedrosa e Cal Crutchlow si sono dimostrati particolarmente a loro agio. La Yamaha ha sofferto leggermente, mentre in Ducati, nonostante l’obbligo di disputare la Q1, Jorge Lorenzo è tornato a girare su buoni livelli. Decisamente in difficoltà, al contrario Andrea Dovizioso.

Tutto chiaro fin qui. Tuttavia, i continui rovesci alternati da schiarite rendono il tracciato complesso da interpretare. Il primo colpo di scena riguarda la prima fase con “Por Fuera” solamente quattordicesimo, beffato dal compagno di team e dal sorprendente Aleix Espargaro. Tuttavia, le sorprese sono all’inizio. Stupisce parzialmente la risalita del “Dovi”, con un ottavo posto finale. Delude la Yamaha: nono Maverick Vinales ed undicesimo Valentino Rossi. La casa dei tre diapason non sembra ancora a posto con un asfalto bagnato. E dunque pole a Marquez? No, il campione del mondo in carica, dopo il dominio nelle prove libere, chiude le qualifiche con una sesta piazza opaca, anche se figlia di una gestione imperfetta delle gomme al momento di lanciare il giro buono. Chi trova la mescola giusta, le slick, è Jack Miller che conquista la prima partenza al palo della sua carriera nella top class. Un risultato incredibile, ottenuto andando in controtendenza rispetto agli altri. Prima fila completata da Daniel Pedrosa e Johann Zarco. Alle loro spalle, un ottimo Alex Rins ed il sorprendente Tito Rabat. Settima piazza per l’Aprilia di Aleix Espargaro, Crutchlow decimo ed Andrea Iannone dodicesimo.

Le sorprese non si limitano alla MotoGP. In Moto2, la pole va a Xavi Vierge, che beffa in extremis Lorenzo Baldassarri. Danny Kent è terzo davanti a Pasini, Navarro, Lowes, Oliveira, Alex Marquez, Gardner e Roberts. In Moto3, sorprende Tony Arbolino. L’Italiano della Honda Snipers precede di tre decimi il connazionale Marco Bezzecchi e l’argentino Gabriel Rodrigo. Seguono Norrodin, Bastianini, Di Giannantonio, Antonelli, Canet, Martin e Migno. Domani sarà una giornata tutta da scoprire tra meteo e grip. Le variabili non mancheranno.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *