Eroe in Bahrain, bocciato in Cina. La settimana di Pierre Gasly è stata veramente strana. Sulla pista araba, il francese aveva fatto esultare la Toro Rosso motorizzata Honda per un quarto posto clamoroso. Era stato lui il primo degli umani, alle spalle di Mercedes e Ferrari. Un risultato stupefacente, che aveva messo in risalto il talento troppo sottovalutato di questo ragazzo classe 1996. Gasly ha impressionato per la lucidità nella condotta di gara e per la precisione nei sorpassi. Sembrava persino fin troppo navigato per la sua giovane età.

Quelli che si erano rivelati punti di forza in Bahrain hanno tradito il francese in Cina. Il ragazzo si è fatto ingolosire dalla possibilità di sorpassare facilmente il compagno Hartley al tornantino in fondo al rettilineo, un punto non semplice, finendo per speronarlo e comprometterne la gara. Così è bastata una frenata sbagliata nei suoi riferimenti per rovinare un week end positivo ed un trend che si stava facendo assai interessante dopo l’exploit del Bahrain.

Certamente è un errore pesante per le conseguenze avute. Gasly poteva sicuramente raccogliere molto più del modesto nono posto finale. Ed invece ha danneggiato la propria prestazione e quella del compagno di squadra, vanificando al contempo il lavoro del team. Anche questi aspetti fanno parte del mondo delle corse, a maggior ragione se chi ha avuto la svista ha solo 22 anni ed è alla prima stagione in F1. Dunque, nessuna crocifissione per il francese, che rivela la propria acerbità da alti e bassi inaspettati. Il ragazzo si farà, certamente imparando anche da manovre poco accorte e fortunate come questa. Piuttosto sarà importante capire come limitare gli eccessi, evitando di passare nel giro di sette da giorni dagli onori delle cronache agli oneri delle critiche. In tal caso, potremmo effettivamente capire quanto vale Pierre Gasly, l’enfant prodige d’Oltralpe.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *