Una casa automobilistica storica che debutterà a breve in Formula E, e potrebbe anche fare il suo rientro in Formula 1: la situazione di Porsche, che ha abbandonato i prototipi dell’endurance (virando sulle GTE Pro) per dedicarsi a nuove sfide, è totalmente in divenire e potrebbe anche comprendere un rientro nel circus nel breve periodo.

La casa tedesca non è un volto nuovo della F1, nella quale è stata un’autentica istituzione: Porsche c’era nelle gare delle origini, avendo corso come costruttore dal 1957 al 1962 e schierando piloti eccentrici come Von Trips, la prima donna in gara (la nostra Maria Teresa De Filippis) e ottenendo cinque podi. Podi arrivati tutti con Dan Gurney, pilota statunitense che è scomparso nel gennaio 2018 e ha all’attivo anche l’unica vittoria di Porsche in F1: accadde a Rouen nel 1961, e la sua carriera poi proseguì sotto i colori di Lotus, Brabham e McLaren. Tutto questo perchè la casa tedesca lasciò la F1 nel 1962 a causa degli elevati costi di gestione, abbandonando definitivamente nel 1964, quando i piloti privati smisero di usare le sue vetture: Porsche è poi rientrata da motorista, unendosi a McLaren e vincendo due titoli costruttori (1984-1985) e tre titoli piloti con Lauda e Prost (1984-1985-1986), e chiudendo la propria esperienza dopo il fallimento con Footwork nel 1991.

27 anni senza Formula 1 per Porsche, che però potrebbe rientrare a breve: da mesi ormai si parla di un possibile ingresso della casa tedesca come motorista nel 2021, quando verranno cambiati i regolamenti e tagliati i costi per i team col budget cap che vorrebbe inserire Liberty Media, ma soprattutto verranno semplificate quelle power unit che attualmente sono complicatissime sotto ogni punto di vista (gestione, costruzione e ingegneristica). Porsche dunque, di base, non dovrebbe rientrare come costruttore, ma sta facendo più di un pensierino (al pari di altri costruttori) al rientro in F1 come costruttore di motori. La conferma arriva da Gerhard Berger, vecchia conoscenza del circus alla guida di Ferrari e Benetton, e attuale patron della sezione DTM: ”Porsche sta pensando di rientrare in Formula 1 nel 2021. Attendono i nuovi regolamenti sui motori, che dovrebbero essere pubblicati a maggio, e poi decideranno definitivamente: l’idea, però, è quella di rientrare nel circus”.

E così la F1 potrebbe riaccogliere un costruttore storico, per la gioia di Ross Brawn e Liberty Media che speravano di accogliere nuovi marchi all’interno del carrozzone a quattro ruote.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *