Attenzione a Cal Crutchlow! Il pilota inglese del team di Lucio Cecchinello fa sul serio. Il passo gara è notevole, ma impressiona anche la facilità con cui va a conquistare la pole position. Insomma, la vittoria nella corsa di domani è molto più di un’ipotesi. La Honda ufficiale sorride a metà: Dani Pedrosa è secondo, anche se nell’indomani non è considerato propriamente come un favorito, ma lascia perplessi Marc Marquez, solo quinto e molto meno dominante di quanto potesse far intendere dalla FP3, chiusa con il record del tracciato. La difficoltà mostrata nella qualifica potrebbe risultare indicativa.

In Yamaha si esulta per la terza posizione di Johann Zarco, ma preoccupa la crisi di Valentino Rossi e Maverick Vinales, rispettivamente decimo ed undicesimo. Il chattering delle due moto ufficiali desta grande preoccupazione e le difficoltà sono lontane dall’essere risolte. Alti e bassi anche in Ducati, con uno straordinario Jorge Lorenzo, quarto e vicino ai primi anche in termini di passo gara. Non esaltanti le prestazioni di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci, ottavo e nono. La corsa di domani rischia di diventare assai complicata per loro. Bene la Suzuki. Andrea Iannone domina la FP3 e chiude la qualifica con un settimo tempo, preceduto anche da Alex Rins.

Insomma, domani ci aspetta una gara molto intrigante. La Honda è la grande favorita, specialmente con un Crutchlow straordinariamente concreto. Attenzione agli outsider: Lorenzo e Iannone possono cambiare le carte in tavola, regalando acuti inattesi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *