Il futuro di Kimi Raikkonen tiene banco in questi primi giorni di giugno: difficilmente il finlandese rinnoverà per un’altra stagione con Ferrari, nonostante un 2018 positivo sin qui, nel quale però è stato trattato ”alla Barrichello”, come seconda guida da sacrificare per consentire a Sebastian Vettel di guadagnare punti. E difficilmente, in caso d’addio (probabile) alla Rossa, la sua carriera proseguirà in F1: le voci sul ritiro del finnico, che non a caso è arrivato al 2018 tirato a lucido, come se volesse lasciare un grande ricordo ai tifosi della Rossa, si sono susseguite nelle scorse settimane, ma ora filtrano delle clamorose indiscrezioni riguardo a Kimi.

Stando a quanto riportano i media finlandesi, infatti, durante il weekend del GP di Montecarlo Kimi Raikkonen si sarebbe intrattenuto a lungo con Tommi Makinen, responsabile del team Toyota WRC, che gli avrebbe chiesto la disponibilità a correre nel Mondiale rally l’anno prossimo. Il finlandese andrebbe a strappare il posto nel team ufficiale Toyota ad Esapekka Lappi, affiancando l’altro finlandese Latvala e Ott Tanak e costituendo una squadra forte e imprevedibile, ma c’è un però: se infatti il vicepresidente esecutivo del Team Makinen Racing aveva aperto a Raikkonen, parlando di ”attesa per la sua decisione, dobbiamo capire se correrà in Ferrari o meno”, d’altro canto il ds della Toyota Kaj Lindstrom ha subito liquidato il tutto come voci senza fondamento e speculazioni.

In realtà, i contatti ci sono stati, ma è Raikkonen stesso a non sapere cosa fare del suo futuro: tornare nei rally, dove aveva fatto vedere buone cose nell’anno di stop forzato dalla F1 imposto dalla rescissione contrattuale con Ferrari, rappresenterebbe una grande sfida per Kimi, che tra l’altro avrebbe l’esperienza richiesta delle nuove vetture WRC+. Modelli con grande potenza, aerodinamica più sviluppata e maggiore pericolosità: servono dunque esperienza e accortezza, doti che Kimi Raikkonen ha sempre mostrato e che gli consentirebbero di adattarsi al meglio. Tra l’altro, in Toyota troverebbe una squadra ad ampia maggioranza finlandese, dove impiegherebbe pochi minuti per inserirsi al meglio: Raikkonen ripartirebbe da zero a 39 anni, ma troverebbe nuovamente un campionato che (parole sue) gli aveva permesso di migliorare lo stile di guida e la capacità di frenata ritardata in curva.

Inoltre, con l’eventuale addio alla Ferrari e alla F1, consentirebbe alla Rossa di inseguire il sogno-Ricciardo: avere Vettel e l’australiano in squadra è l’idea di Marchionne, che ha chiuso un pre-accordo col buon Daniel valido fino a Budapest e vorrebbe finalizzarlo per evitare di perdere il talento del futuro. La decisione della Ferrari e di Raikkonen dovrebbe arrivare a Monza, ma la pista-WRC, nonostante le smentite, è senz’altro viva e attiva.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *