OTTOBIANO, dal nostro inviato Marco Corradi

Serviva la vittoria, è arrivata una meravigliosa doppietta. Nel momento del bisogno, quello in cui serviva approfittare dell’infortunio e del weekend di stop per Jeffrey Herlings (tornerà in Indonesia), il re è tornato e Antonio Cairoli ha dominato l’MXGP di Ottobiano: più forte di ogni avversario, della caduta in qualifica e di un errore in gara-2, e anche del caldo infernale che ha avvolto l’impegnativo circuito pavese. L’Antonio Cairoli dei tempi migliori, che a un paio d’ore dal termine della gara ha raccontato le proprie impressioni ai microfoni di ”Bandiera a scacchi”: ecco le sue dichiarazioni.

Ciao Tony, partiamo dalla tua doppietta e dal fantastico weekend di Ottobiano: ci racconti un po’ il tuo GP?

”Il Gran Premio d’Italia è sempre un bel punto interrogativo perchè ci sono tantissimi eventi da fare prima del weekend effettivo di gare e non è facile mantenere la concentrazione: siamo contenti del risultato, abbiamo accorciato in classifica prendendo il massimo dei punti e siamo veramente contenti. La cornice di pubblico è sempre spettacolare, è stato bello vederli esultare”.

Non partivi dalle primissime posizioni e hai dovuto rimontare in entrambe le manches: è stato complicato, oppure eri sicuro di potercela fare?

”Ero certo di poter rimontare, perchè ero andato molto forte nelle prove cronometrate prima della caduta in qualifica. È andata come mi aspettavo, perchè la mia condizione fisica era molto buona e questa pista è molto esigente dal punto di vista fisico. Poi ci si è messo anche il caldo e non ho sofferto: sono soddisfatto del mio weekend e di come ho corso”.

Hai citato il fattore-caldo: abbiamo visto Nagl in totale disidratazione, tu invece dicevi di non aver risentito di questa situazione…

”A me piace molto il caldo, e mi sono sempre trovato a mio agio in queste condizioni. Non ho mai avuto problemi con le alte temperature”.

Per quanto riguarda il campionato, questa doppia vittoria ti porta a -12 da Herlings: senti di poterti riprendere a breve la tabella rossa?

”Sono molto fiducioso delle mie capacità. Manterremo la nostra routine, cercherò di allenarmi come sempre e tenterò di migliorare le partenze per stare il più davanti possibile: è il mio modo di lavorare, a fine anno vedremo i risultati che porterà, e se saremo riusciti a rimontare”.

Secondo alcuni addetti ai lavori, Tony Cairoli si è preparato per andare molto più forte da metà stagione in poi. Dobbiamo aspettarci una tua crescita costante nelle prossime gare?

”Ho sempre preferito la seconda parte di stagione alla prima. Nelle gare col caldo ho sempre fatto meglio, poi comunque arrivano la sabbia di Lommel e altre piste che mi piacciono molto, quindi proveremo a vincere il più possibile. Le mie aspettative per l’Indonesia? Darò tutto, con l’obiettivo di conquistare almeno il podio: dovrò essere consistente, arrivare il più in alto possibile e stare lontano da ogni tipo di infortunio”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *