OTTOBIANO, dal nostro inviato Marco Corradi

Non è stato solo il weekend di Antonio Cairoli, che ha approfittato del doppio zero di Jeffrey Herlings centrando una grande doppietta, ma anche quello delle grandi prestazioni di un altro pilota cresciuto con KTM: Max Nagl ha sfruttato al meglio la gara di casa per TM Racing e una pista che gli piace molto, effettuando due grandi partenze e chiudendo 7° (miglior risultato del 2018) e 9°. In gara-2 Max ha accusato tremendamente il caldo, chiudendo disidratato, ma in generale la sua settimana italiana è stata decisamente positivo, ed è cresciuto nello start come chiedeva Marco Ricciardi, team principal di TM: il suo weekend è stato di assoluto livello, ed ecco le sue impressioni ai microfoni di ”Bandiera a scacchi”.

Ciao Max, innanzitutto un commento al tuo fantastico weekend: hai chiuso 7° e 9°, effettuando due grandi partenze e sperando a lungo nella top-5.

”Sono molto soddisfatto. Ho cercato di dare qualcosa in più in questo GP perchè è la gara di casa di TM e volevo regalare una gioia ai nostri tifosi, e ci sono riuscito. Sono partito forte in entrambe le manches, e ho dimostrato di potere e sapere stare davanti e di essere sempre lo stesso pilota: abbiamo lottato coi primi, mi sono sentito molto bene in moto e mi sono divertito molto. Sono contento di aver ottenuto il miglior piazzamento stagionale, lo dovevo ai tifosi italiani, che ci riservano sempre un affetto particolare”.

In gara-2 hai sofferto per il grande caldo, al punto da arrivare disidratato e in grande difficoltà fisica…

”All’inizio della seconda manche ero quarto, ho dato tutto per difendere quella posizione perchè sognavo il grande piazzamento, e ho patito tremendamente il caldo afoso che c’era quest’oggi. Quando sono arrivato, ero completamente disidratato (Max, che grondava letteralmente di sudore, è stato anche trattenuto ore all’antidoping per questi problemi di disidratazione) e ne ho risentito parecchio, rischiando di svenire: basti pensare che per riprendermi completamente da questo ”colpo di calore” mi hanno dovuto far sedere, dare subito parecchi liquidi da bere e fare una doccia gelata seduta stante. Non è stato assolutamente bello, ma sappiamo che col caldo possono succedere anche queste cose”.

Siamo all’undicesima gara e abbiamo appena superato la metà del campionato: come valuti la tua prima stagione con TM? Sei 10° nel Mondiale con 203 punti.

”Non posso dire di essere totalmente soddisfatto, anche perchè il distacco da chi ci precede (Seewer 255pti, van Horebeek 240) è decisamente alto. Però in questo GP siamo andati molto bene, siamo nella top-10 generale e sono convinto che potremo crescere molto da qui al termine della stagione e sfruttare al meglio questa moto”.

Qual è il tuo rapporto col circuito di Ottobiano? Ti piace gareggiare qui?

”Adoro questa pista: è sabbiosa e mi sono allenato qui in passato. Mi sono divertito molto, il pubblico è fantastico e la pista è di assoluto livello: queste componenti danno vita a quello che, secondo me, è il GP più bello della stagione”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *