«Lascia che i cani continuino ad abbaiare. Il leone è ancora il re». Certamente Jeffrey Herlings non si è servito di un aforisma “leggero”, capace di tenerlo lontano dalle polemiche, per esprimere la sua frustrazione per l’infortunio che gli ha impedito di gareggiare in Italia. Immediatamente, però, il collegamento fatto dagli appassionati ha coinvolto la doppietta di Antonio Cairoli ad Ottobiano, conferendo un significato tutt’altro che amichevole e rispettoso all’immagine postata dall’olandese su Instagram. Non è dato sapere se il messaggio della foto fosse esattamente questo, ma è bastato ad alzare ulteriormente la temperatura dello scontro tra i titani in casa KTM.

Herlings

L’immagine dello scandalo in una delle storie Instagram di Jeffrey Herlings

La frase, diffusa sui propri canali sociale dopo la doppia affermazione di Tonino, è il secondo casus belli della stagione. Il primo episodio controverso fu il contatto in Gran Bretagna, quando Herlings e Cairoli arrivarono a scontrarsi all’inizio del penultimo passaggio. Ebbe la meglio il numero 84, anche se l’irruenza del sorpasso fece infuriare il nove volte campione del mondo. Perché usare le maniere forti, rischiando di provocare un incidente se tanto Jeffrey viaggiava ad un ritmo impensabile ed insostenibile per tutti? Aveva senso tentare un’entrata simile? Ci ha messo del tempo, Tony, a digerire quell’attacco, ma alla fine l’allarme era rientrato. In fondo, i due ragazzi ci avevano messo poco a comprendere l’inutilità di una guerra. Ora però, se Herlings non chiarirà con precisione il senso dell’immagine in questione, la rivalità in casa KTM deflagrerebbe in maniera esasperante, con la comparsa di colpi proibiti.

Anche perché ora la classifica diventa improvvisamente incerta, aperta a qualsiasi scenario e soluzione. D’un tratto il Mondiale scivola via dalle tasche olandesi e torna in discussione, alla mercé di chi interpreterà al meglio i prossimi round. Si ripartirà dall’Indonesia, prima del forcing in vista del gran finale. Un anno fa, da giugno in poi, Herlings iniziò ad inanellare vittorie a ripetizione, mettendo a frutto il proprio apprendistato. Chissà se stavolta i ruoli si invertiranno…

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *