La Formula E cresce costantemente, sia a livello di piloti (nel 2018-19 arriverà Massa), che a livello tecnologico (la Gen2), che a livello di circuiti e paesi affrontati (si correrà in Arabia Saudita), e a partire dal 2018-19 sarà anche più rosa.

Non ci sarà nessun ritorno dei piloti al femminile, dopo gli esperimenti falliti di Michela Cerruti, Katherine Legge e Simona De Silvestro e il test di Carmen Jordá, ma in Formula E (com’è già capitato in Sauber con Monisha Kalterborn) avremo un team principal in rosa. Si tratta di Susie Wolff, che nella giornata di ieri è stata annunciata come azionista (da capire se di maggioranza o minoranza) e team leader della scuderia Venturi, quella in cui debutterà un Felipe Massa che si è definito ”entusiasta ed emozionato” per la nuova avventura che intraprenderà a partire dal dicembre 2018, tentando di vincere il titolo della Formula E col team che fa correre il nostro Edoardo Mortara.

E, con l’approdo di Susie Wolff in Venturi, sono tornate in auge le voci sulla possibile trasformazione della scuderia Venturi Formula E nella casa ufficiale Mercedes a partire dal 2019-2020 o dal 2020-21: dietro all’approdo di Susie Wolff, ex pilota e collaudatrice della Williams, in Formula E ci sarebbe infatti la longa manus del marito Toto. Nientemeno che il team principal di Mercedes F1, che dunque avrebbe mandato avanti la moglie per studiare la categoria e poi avviare con calma il progetto che porterà Mercedes nel campionato elettrico: la Formula E diventerà presto la casa di tutte le principali case tedesche, da Mercedes a BMW e Porsche, e la casa di Stoccarda dovrebbe sostituire proprio Venturi. Gli indizi aumentano di mese in mese, e si attendono solo le conferme ufficiali che verosimilmente arriveranno a metà della stagione 2018-19.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *