Il Professore del sabato nell’Università della moto è Marc Marquez. È lui, il campione del mondo, a siglare il miglior crono con un impressionante 1’32”791. Tuttavia, il fuoriclasse della Honda non è riuscito a fare il vuoto alle sue spalle. Infatti, le qualifiche di Assen raccontano di un generale equilibrio. Dietro al leader del Mondiale c’è Cal Crutchlow, staccato di soli 41 millesimi. Come se non bastasse, in terza piazza c’è Valentino Rossi, a sua volta lontano solamente 59 millesimi. Ad un’incollatura ecco Andrea Dovizioso quarto. Sesto crono per Maverick Vinales, dietro ad Alex Rins. Seguono Aleix Espargaro, Andrea Iannone, Jorge Lorenzo, Danilo Petrucci e Alvaro Bautista. Sprofonda Dani Pedrosa, solo diciottesimo.

In ottica gara, la vittoria sembra un affare a quattro. Marquez, Rossi, Dovizioso e Vinales sono in possesso del miglior passo. La vera incognita è capire con quale mescola disputare la corsa olandese. Molto dipenderà anche dalle temperature dell’aria e dell’asfalto. Analizzando i tre settori della pista, si nota un generale equilibrio nei primi due, con le Yamaha leggermente in vantaggio. Nell’ultimo tratto, fatica la Ducati, mentre la Honda sembra avere un piccolo margine. Certamente si prospetta una gara serratissima, una delle più incerte degli ultimi anni.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *