Dani Pedrosa ha annunciato il suo ritiro qualche settimana fa, svelando che la stagione 2018 sarà l’ultima per lui in MotoGP e che non ha ancora deciso cosa fare del suo futuro. Dani è stato chiaro a riguardo: ”Voglio prendermi un po’ di tempo prima di decidere cosa fare in futuro, non ho fretta”.

Le voci su una sua permanenza ”esterna” nel mondo dei motori però non si placano: nei giorni scorsi si era parlato dell’intenzione di Honda di mantenerlo all’interno della sua squadra (che vedrà Marquez e Lorenzo come piloti) col ruolo di collaudatore e ambasciatore, imitando ciò che ha fatto Casey Stoner con Ducati, ma ora spunta un’altra pista.

Voci molto vicine al corridore, confermate da Motorsport.com, parlano infatti di un’interessante offerta di KTM, che vorrebbe ingaggiare lo spagnolo come collaudatore e nome forte per lo sviluppo e il collaudo della moto per l’anno prossimo: Pedrosa aiuterebbe Zarco e pol Espargaro a costruire una moto affidabile e vincente, e sarebbe la soluzione perfetta per lo sviluppo della RC16, che sta facendo passi indietro invece di crescere.

KTM si è fatta avanti, sfruttando anche la partnership di lunga data tra Pedrosa e Red Bull, storico partner degli austriaci, e ora attende una risposta: un Pedrosa collaudatore porterebbe prestigio e risultati alla casa austriaca, che sogna di poter presto diventare protagonista in MotoGP. Dani però vuole riflettere, e non prenderà una decisione prima di fine anno.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *