Ormai Jonathan Rea domina anche senza volerlo, e continua ad aggiornare i propri record anche a Portimao, e anche dopo svariate settimane d’inattività forzata (non si correva dall’8 luglio): la vittoria nella gara-1 della SBK, che tornava a correre sul tortuoso circuito portoghese, va ovviamente al britannico, leader e dominatore assoluto della categoria.

La pole position era andata a Laverty, ma la gara dell’irlandese dura pochissimo, due curve: il pilota Aprilia viene falciato da Fores (errore in frenata per Xavi), per fortuna senza danni per entrambi, e saluta la gara. Davanti Melandri prova la bella partenza per farsi rimpiangere da quella Ducati che l’ha scaricato per schierare Bautista al fianco di Davies, ma un suo errore dà il via libera a Jonathan Rea: il britannico domina, guadagna decimo su decimo e trionfa in gara-1 senza neppure fare fatica. È lui stesso ad ammettere di essersi limitato a controllare e tenere lì a bagnomaria Melandri: l’italiano chiude secondo a 1”5, con van der Mark terzo a 4”2 e Davies quarto davanti a Sykes. Il pilota della Ducati è ancora sofferente per la frattura alla spalla riportata nella sosta estiva. Caduto invece Lorenzo Savadori, proprio mentre si trovava al terzo posto.

REA, I NUMERI DEL DOMINIO– I numeri di Jonathan Rea diventano sempre più mostruosi: 65a vittoria in carriera, 11a vittorie su 19 manches disputate in stagione e quinto successo consecutivo, con una serie che potrebbe allungarsi domani, quando Johnny partirà dalla terza fila e dovrà tentare la rimonta. Ma soprattutto, ha guidato la corsa per 186 giri sui 391 disputati in totale: quasi il 50% dei giri completi, ma soprattutto quattro volte il numero di giri vissuti in testa da Sykes (50), vdMark (41), Davies (40) e gli altri piloti. E, con sette manches da disputare, si trova a 395 punti e con un +104 su Chaz Davies: di fatto, ha già ipotecato il quarto Mondiale.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *