Mai come in questo 2018 Sebastien Ogier sta rischiando di perdere lo scettro di campione del mondo del WRC e di re dei rally: il francese, che ha avviato la sua serie di cinque titoli mondiali consecutivi dopo l’addio di Sebastien Loeb, proseguendo il dominio con M-Sport dopo gli anni in Volkswagen e l’esordio da delfino di Seb in Citroen, non sta vivendo certamente un’annata semplice.

Dopo i primi quattro rally stagionali, Ogier era saldamente in testa al Mondiale con 84 punti e un +17 su Neuville nato in buona parte dalle vittorie a Montecarlo, in Messico e in Corsica, ma poi qualcosa si è spento. M-Sport ha iniziato ad accusare qualche problemino, la pressione di Neuville è diventata forte e Seb II è andato nel pallone, commettendo a sua volta degli errori: i dati sono impietosi, con soli 70 punti ottenuti nei sette rally seguenti, una vittoria che manca da 6 gare WRC e il podio che manca da tre. Ma soprattutto, a parlare è la classifica: Neuville 177, Tanak 164, Ogier 154. E non per forza chi guida è il pilota più in forma, dato che Tanak ha vinto tre rally consecutivi (Finlandia, Germania, Turchia) e la sua Toyota è la più veloce su ogni terreno: al momento, dunque, Ogier non è solo in difficoltà personale (10° in Turchia), ma la Ford preparata da M-Sport (vero e proprio costruttore, pur essendo un privato) è la terza vettura del lotto alle spalle di Toyota e Hyundai, e sono i risultati a dimostrarlo.

Ecco perchè si sta consumando un clamoroso ribaltone, che porterebbe a un trasferimento inatteso fino a poche settimane fa. Da qualche giorno sono sempre più insistenti i rumours riguardo all’addio di Ogier a M-Sport, con un nuovo approdo davvero sorprendente. Il francese e cinque volte campione del mondo sarebbe vicino al grande ritorno in Citroen, sfruttando il contratto che andrà a scadenza nel 2018 col team di Malcom Wilson: Ogier, che aveva lasciato Citroen da ”secondo” di Loeb, tornerebbe da cinque volte campione del mondo e da leader assoluto, ma troverebbe anche una Citroen totalmente diversa dal mezzo fenomenale degli anni scorsi. La casa francese è andata decisamente in calando nelle ultime stagioni, e attualmente è la quarta forza del Mondiale: il suo miglior pilota nel Mondiale è Ostberg con 48 punti, seguito da Breen a 47 e Meeke a 43 dopo essere stato appiedato a metà anno per i continui incidenti, e con Loeb a quota 11 (farà solo tre rally). E tra l’altro ha vissuto attimi di paura in Turchia, dato che l’auto di Breen ha preso inspiegabilmente fuoco e il pilota ha rischiato grosso: senza l’intervento di Tanak, sarebbe potuta finire male.

La vettura di Breen ha preso fuoco in Turchia: pare per una fuoriuscita di gas di scarico

Ma Ogier è un uomo abituato alle sfide sin dal salto nel buio con Volkswagen, e secondo i rumours potrebbe firmare tre anni con Citroen. Seb l’aveva detto più volte, ”il prossimo sarà il mio ultimo contratto nel WRC”, e il 34enne manterrebbe così la parola legandosi a doppio filo con la casa francese e formando un binomio che nei suoi piani lo potrebbe portare nuovamente al titolo. Nulla è stato firmato e nulla è definito, ma Ogier continua a nicchiare sulla permanenza in M-Sport e ha lanciato segnali sul possibile avvio di una nuova sfida: ”La firma col mio nuovo team si sta avvicinando. Volevo saperne di più sull’impegno futuro del costruttore con cui firmerò, e sto ottenendo ciò che volevo. Tutti sanno che ho sempre voluto firmare presto, e farò un annuncio a breve”.

Intanto, M-Sport non si rassegna a perderlo e farà una controfferta, come conferma Malcom Wilson: ”Lavoriamo da tempo alla sua permanenza, e non ci fermeremo. Sebastien Ogier è al centro dei nostri piani per il 2019, vogliamo tenerlo con noi”. Ma Seb sembra aver deciso: nel suo futuro potrebbe esserci il ritorno in Citroen, in una casa che gli ha fatto vincere i primi 7 rally, e con la quale aveva rotto a fine 2011 per gli screzi con Loeb.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *