La stagione 2018-19 del Mondiale endurance è stata e sarà ancora decisamente atipica: la FIA ha deciso di trasformare il campionato, rendendolo simile alla Formula E come tempistiche. Di fatto, la stagione del WEC inizierà in un anno e si chiuderà nell’annata seguente, diventando simile ai vari campionati di calcio. Ma soprattutto, si chiuderà con la gara più attesa e con la 24 ore di Le Mans: per rendere possibile tutto questo, è nata la Super-Season 2018-19, un’annata di transizione che farà correre ai piloti due 24h valide per il Mondiale. Ma nel 2019-20 il nuovo Mondiale endurance sarà maggiormente definito.

Niente più transizione, ma un campionato con un calendario ridisegnato e dei nuovi appuntamenti. Il nuovo WEC partirà dalla 6h di Silverstone a settembre (tre mesi dopo la fine della Super-Season), e poi avrà vecchi e nuovi appuntamenti: la 6h del Fuji resta all’interno del campionato, mentre la gara cinese di Shanghai viene ridotta a 4h, e quella del Bahrain (Sakhir) passa da 6 a 8 ore. E poi, un nuovo appuntamento in Brasile nel febbraio 2020: si correrà a San Paolo, sul circuito di Interlagos, per un’iconica sei ore. E infine, l’appuntamento negli States con la 1000km di Sebring, la 6h di Spa e la chiusura a Le Mans il 13-14 giugno.

Ecco il nuovo calendario nel dettaglio, e c’è grande curiosità per capire se Fernando Alonso sarà al via anche nel 2019-20, visto il possibile salto nelle IndyCar.

1° settembre 2019: 6 ore di Silverstone (GBR)

6 ottobre 2019: 6 ore del Fuji (JPN)

10 novembre 2019: 4 ore di Shanghai (CHN)

14 dicembre 2019: 8 ore del Bahrain (Sakhir)

1° febbraio 2020: 6 ore di San Paolo (circuito di Interlagos, BRA)

20 marzo 2020: 1000km di Sebring (USA)

3 maggio 2020: 6 ore di Spa-Francorchamps (BEL)

13-14 giugno 2020: 24 ore di Le Mans (FRA).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *