Ormai si susseguono gli annunci in Formula E, coi vari team che svelano i nomi dei piloti e le livree per la prossima stagione. Ieri è toccato ad Audi, che ha ovviamente confermato Lucas di Grassi e Daniel Abt, quest’oggi al team che avrà il suo powertrain nella Season 5 della Formula E, e che ha effettuato qualche cambiamento.

Stiamo parlando di Virgin Racing, che ha annunciato tutto durante una diretta social dalla sua sede, che si trova a Silverstone. Virgin, che si candida a un ruolo da protagonista nella prima stagione della Gen2, avvierà nel 2018-19 una partnership con Envision, gruppo noto per la sua attenzione alle tematiche ”green” e al risparmio energetico: così facendo, il team viene ribattezzato Envision Virgin Racing, e questa è la maggior novità insieme al power train Audi.

Cambiamenti anche nei piloti: ovviamente non poteva andarsene Sam Bird, icona del team sin dalla prima stagione, che ha rinnovato la sua partnership con Virgin e sarà nuovamente l’anima britannica della squadra. Bird, sotto contratto anche con Ferrari per l’endurance, andrà nuovamente a caccia di quel titolo che ha sognato fino al doppio appuntamento di New York, prima di chiudere terzo nel Mondiale con 143 punti, e proverà ad aumentare il proprio bottino di 7 vittorie e 15 podi in 45 gare elettriche. Al suo fianco non ci sarà più Alex Lynn, ma troverà spazio una vecchia conoscenza del motorsport e della Formula E: ha firmato con Virgin l’olandese Robin Frijns, già al volante di una monoposto elettrica nel 2015-16 e nel 2016-17, torna nella categoria.

Frijns, 27 anni e un passato da terzo pilota di Sauber e Caterham in F1 (oltre che nel DTM e nelle Blancpain Series con Audi), aveva infatti corso quelle due stagioni col team Andretti, e con risultati altalenanti: nel 2015-16 ottenne 45 punti in dieci gare, col terzo posto nell’e-Prix di Putrajaya (Malesia), nel 2016-17 invece si fermò a quota 24, ottenendo al massimo due sesti posti (Hong Kong e Parigi) e venendo lasciato a piedi a fine stagione dal team Amlin Andretti. Ora tornerà in Formula E, e in un team di vertice: dovrà far dimenticare Alex Lynn, che aveva ottenuto solo 17 punti (6° a Punta del Este e cinque gare a punti), e sfruttare al meglio la Virgin griffata Audi Sport.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *