Dopo un venerdì variabile, la MotoGP ha vissuto un sabato tranquillo e asciutto a Motegi, che ha consentito ai team di esprimersi al meglio nelle qualifiche odierne e di sfoderare tutto il proprio potenziale: com’era già successo nelle prime libere, la Ducati di Dovizioso si conferma la più veloce, con Marquez a ruota. Passetto indietro per le Yamaha ufficiali (ma non per Zarco), mentre in Moto2 c’è Bagnaia davanti e in Moto3 Rodrigo trova la prima pole. Tutti i risultati di giornata.

MOTOGP: POLE PER DOVIZIOSO– C’è Andrea Dovizioso davanti a tutti nelle qualifiche del GP del Giappone a Motegi: il forlivese aveva già fatto vedere ottime cose nella giornata di ieri, e quest’oggi si è confermato con pista asciutta: il miglior tempo al Twin Ring è suo, col crono di 1.44.590. L’italiano della Ducati precede un sorprendente Johann Zarco, che ha azzeccato l’assetto qui in Giappone ed è la miglior Yamaha (non incoraggiante, visto che sia lui che Tech 3 lasceranno la casa nipponica nel 2019), chiudendo a 69 millesimi dal Dovi: terzo Miller a 137 millesimi, precedendo Crutchlow, Iannone e Marquez. Marc non è riuscito a trovare il suo limite in qualifica, chiudendo a 299 millesimi: precede Vinales, Rins e Rossi (9° a 675 millesimi), con Bautista, Pedrosa e Nakagami a chiudere il lotto dei piloti qualificati alla Q2. Partiranno rispettivamente 15° e 17° Petrucci e Morbidelli.

MOTO2: GUIDA BAGNAIA, OLIVEIRA NONO– La pole position della Moto2 dà una grande gioia a Pecco Bagnaia, che intravede la possibilità di allungare ulteriormente nel Mondiale e guadagnare ancora punti su Miguel Oliveira: l’italiano è il primo nelle qualifiche della Moto2 col tempo di 1.50.759, precedendo di 165 millesimi Quartararo e di 231 Iker Lecuona, davvero sorprendente su questo tracciato. Schrotter è quarto, davanti a Baldassarri, Alex Marquez, Vierge, Nagashima e Oliveira, che è nono a 572 millesimi dall’italiano e precede Binder. Solo 21° Pasini, staccato di 1”1.

MOTO3: RODRIGO SORPRENDE TUTTI– La vera sorpresa arriva dalla Moto3, con la prima pole position dell’argentino (nato a Barcellona) Gabriel Rodrigo, 22enne che corre con la KTM del team RBA BOE Skull Rider: tutto sembrava indicare Bezzecchi come il pilota più veloce, e invece Rodrigo chiude col tempo di 1.56.894, precedendo di 75 millesimi l’altrettanto sorprendente McPhee. Terzo proprio Bezzecchi a 120 millesimi, con Jorge Martin rinato dopo le difficoltà del venerdì e quarto a 224 millesimi: seguono Darryn Binder, Bastianini, Foggia, Masaki, Arenas e Dalla Porta. Chi fatica è invece Di Giannantonio: partirà 15°, e ha accumulato 724 millesimi di ritardo.

GLI ORARI DELLE GARE– Si parte con le gare nella nottata italiana, per proseguire nella primissima mattina: Moto3 alle 4, Moto2 alle 5.20 e MotoGP alle 7.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *