La pioggia condiziona anche la Moto2, trasformando la gara in un’autentica sfida a eliminazione: in questo tipo di gara, viene premiato chi usa la testa, e non a caso ha vinto un pilota ”cerebrale” come Miguel Oliveira. La gara delle 600cc, che disputano l’ultima prova della loro ”prima generazione” e nel 2019 ripartiranno da zero coi motori Triumph, viene condizionata dalla pioggia e dalle cadute: i tonfi iniziano sin dalle prime curve, e dalla testa del gruppone.

Xavi Vierge parte forte, e costringe all’esterno Luca Marini, che nel tentativo di difendere la seconda posizione perde il controllo della sua Kalex: la moto del team Sky VR46 travolge la ”compagna” guidata da Bagnaia, innescando una maxi-caduta che tira in mezzo Baldassarri, Mir e altri piloti. Ritiro per Marini, Mir e Baldassarri, mentre Bagnaia riparte per onor di firma dalle estreme retrovie: davanti intanto succede di tutto, con Oliveira che risale dalle retrovie alla zona-podio, e lotta per la testa della corsa con Mattia Pasini, Vierge e Marquez. Inizialmente c’è in testa il portoghese, seguito da Pasini e Marquez jr, poi il giovane Alex mette in mostra un ritmo migliore rispetto a tutti: lo spagnolo si porta in testa, costruendosi una comfort-zone e un vantaggio di 2” sul portoghese e vicecampione del mondo, ma perde la testa a dieci giri dal termine.

Nel tentativo di strafare, Alex Marquez prende male una curva e cade, buttando via una sicura vittoria: prima di lui nella stssa curva erano caduti Binder e Roberts, dopo di lui ci cadrà anche Niki Tuuli, che stava facendo un’ottima gara. Marquez jr è però fortunato nella sfortuna, e rientra in terza posizione: da lì in poi cambia poco, con Oliveira che controlla e porta a casa una vittoria di testa, più che di polso. Bravo il portoghese ad evitare ogni difficoltà, vincendo autorevolmente davanti a Iker Lecuona e Alex Marquez, e regalando il secondo successo di giornata al team Ajo (dopo Can Öncü): Pasini è quarto, precedendo Gardner, Quartararo, Schrotter, Fernandez, Locatelli e Simone Corsi, che era quinto e poi si è fatto superare da vari piloti. Tranquillo 14° posto per Pecco Bagnaia, che taglia il traguardo esultando per il titolo mondiale conquistato nelle scorse settimane.

Classifica finale Moto2: 1) Francesco Bagnaia (Ita/Sky VR46 Racing Team Kalex) 306pti, 2) Miguel Oliveira (Por/Red Bull KTM Ajo) 297pti, 3) Brad Binder (Rsa/Red Bull KTM Ajo) 201pti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *