Da una gara pazza, disputata su una pista molto bagnata e in condizioni che hanno messo in crisi tanti piloti e causato molte cadute, spunta una bellissima favola: è la favola di Can Öncü, pilota turco che vince nel suo esordio ufficiale nel Motomondiale, e si candida ad essere una delle grandi sorprese della prossima Moto3.

Il giovane talento del vivaio KTM Red Bull, vincitore della Red Bull Rookies’ Cup nel 2018, correva a Valencia con una wild card, e si era già segnalato all’attenzione generale nella giornata di ieri con un’ottima qualifica sul bagnato: quest’oggi è andato oltre, e ha vinto la sua prima gara nel Motomondiale in quella che è la sua prima apparizione nel motociclismo dei grandi. È presto per dire che è nata una nuova stella nel Motomondiale, ma quello che ha fatto Can Öncü sarà difficilmente ripetibile in futuro: il turco, che ha un fratello gemello che corre a sua volta e con buonissimi risultati, è nato il 26 luglio 2003. E ha vinto la sua prima gara a 15 anni e 115 giorni: così facendo, è il più giovane vincitore nella storia del Mondiale e ottiene un record. Negli anni, infatti, Redding aveva vinto a 15 anni e 169 giorni in 125cc, mentre Fenati aveva il record di precocità della Moto3 con 16 anni e qualche giorno: nessuno di loro aveva vinto al debutto, e dal 1991 (Ueda a Suzuka) un pilota non vinceva nel suo esordio iridato.

Can Öncü l’ha fatto in modo fantastico, con una gara che ricorderà per sempre. La Moto3 corre su pista bagnata, e davanti a tutti scatta Arbolino, seguito da Bezzecchi e dal giovane turco: Bezzecchi cade (due volte, chiuderà ultimo con la carena distrutta), seguendo in questo destino piloti come Canet, Alonso Lopez, Binder, Kornfeil, Foggia e Dalla Porta, e Öncü si ritrova secondo alle spalle di Arbolino. L’italiano, già in pole ieri, ha un passo irresistibile per tutti, ma pecca di hybris: nel cercare di mantenere un ritmo insostenibile, intorno all’1.51 basso, Arbolino cade e butta al vento una sicura vittoria. E così Öncü passa in un attimo dal sogno-podio alla possibile vittoria: il suo margine su Di Giannantonio e Martin è di 7 secondi, e non viene minimamente scalfito col passare dei giri. Can Öncü, 15 anni e 115 giorni, guida da veterano e conquista la prima vittoria senza commettere il minimo errore (una sola sbavatura per lui, a inizio gara): precede Jorge Martin e McPhee, che aveva superato Di Giannantonio. L’italiano, col 4° posto odierno, sorpassa Bezzecchi nella classifica del Mondiale e consegna a Gresini una fantastica doppietta nel Mondiale Moto3: completano la top-10 odierna Bastianini, Masia (Rookie of the Year), Antonelli, Atiratphuvat, Ramirez e Celestino Vietti.

Classifica finale della Moto3: 1) Jorge Martin (Spa/Del Conca Gresini Honda) 260pti, 2) Fabio Di Giannantonio (Ita/Del Conca Gresini Honda), 3) Marco Bezzecchi (Ita/KTM Redox PrüstelGP) 214pti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *