Sophia Floersch

Prosegue il miracolo di Sophia Floersch. Perchè non ci sono altri termini per descrivere quanto sta accadendo alla giovane pilota tedesca dopo l‘incidente di Macao: spesso si è parlato (anche a sproposito) della maggior forza del fisico dei piloti e degli atleti in genere, ma il post-incidente di Macao ce ne sta dando un’assoluta dimostrazione.

L’impatto avvenuto sul tracciato cittadino asiatico era stato davvero tremendo: la vettura della 17enne tedesca (sotto contratto con van Amersfoort Racing) era andata in spin ad altissime velocità (276km/h) dopo un contatto con la monoposto di Daruvala, ed era decollata come un aereo a 5-6m d’altezza, interrompendo la propria corsa contro una postazione-tv e ferendo un marshall e due fotografi, oltre all’altro pilota Tsuboi, la cui monoposto era stata toccata dall’altra auto mentre era in volo. L’incidente aveva fatto spaventare tutti, ma la giovane Sophia Floersch aveva avuto un ottimo angelo custode: per lei tanto spavento e la frattura di una vertebra toracica, ridotta e stabilizzata con un’operazione durata 11 ore per la cautela dei medici durante l’intervento in una zona delicata. Nessun rischio-paralisi per la 17enne, che ha ringraziato Dallara per la solidità del suo telaio, e dopo l’intervento di settimana scorsa ha mosso passi da gigante.

Da Macao sono arrivate notizie rassicuranti e sorprendenti: il recupero di Sophia Floersch è stato molto più rapido del previsto, e sabato pomeriggio ha mosso i primi passi, iniziando a percorrere la strada verso il pieno recupero e a muoversi dopo otto giorni di inattività a letto. Sophia cammina, cresce di giorno in giorno e quest’oggi ha anche vissuto l’emozione del ritorno a casa: il volo odierno l’ha riportata in Germania da Macao, per iniziare il vero percorso di riabilitazione. L’ha annunciato la stessa Sophia Floersch su Instagram: ”Oggi torno a casa. Sono molto felice di rivedere la famiglia e gli amici nei prossimi giorni. Sono ancora colpita dal supporto e dall’affetto che mi avete riservato, tifosi da ogni parte del mondo. Ringrazio tutti coloro che mi sono stati vicini a Macao, specialmente i ragazzi dell’ospedale: grazie al Dr. Lau, al Dr. Chan, al signor Lei Wai Seng, a Maria Elisa Goncalves, all’angelo Sulanir Goncalves Pacheco e a tutte le meravigliose infermiere. Ma ringrazio anche l’organizzazione del GP di Macao, Patrick, il dottor Ceccarelli, HWA e Mercedes: tutti voi siete stati fantastici e mi avete aiutato in modo emozionante e amichevole. Sono rinata il 18/11/2018 a Macao. Ora inizia un nuovo capitolo e non vedo l’ora di ripartire: concentriamoci sul 2019. Macao, ci rivedremo!”.

View this post on Instagram

Today I am flying back home. Really happy to see all my family and friends in the next days again. I am still overwhelmed by all the support I got from you fans all around the world. A big thank you goes to all people in Macau especially the guys in the hospital, Dr. Lau, Dr. Chan, Mr. Lei Wai Seng, Maria Elisa Goncalves, angel Sulanir Goncalves Pacheco and all wonderful nurses. The complete Macau GP organisation, Patrick, Dr. Ceccarelli, @hwaag_official and @mercedesamgf1 did a perfect job just by helping so friendly in every kind of way. I celebrated my 2nd birthday on the 18.11.2018 in Macau…. …Now a new chapter starts and I can’t wait for it to begin. Let’s focus on 2019 🤞🏽#poweredbypassion #racegirl #season2019 #bestteamVAR

A post shared by Sophia 👑 (@sophiafloersch) on

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *