Mick Schumacher

La Formula 2 ha incoronato qualche giorno fa George Russell come campione per la stagione 2018, ed è già giunto il tempo di pensare al futuro per la seconda categoria del motorsport: mentre la F3 ha presentato la nuova vettura per il 2019 (griffata Dallara e con Halo) e per il campionato che unirà F3 europea e GP3, dando vita al Mondiale Formula 3, la F2 accoglie nuovi e vecchi volti. Debutteranno nella categoria, tra gli altri, Giuliano Alesi, l’italiano Leonardo Pulcini (Trident per entrambi) e il campione GP3 Hubert, oltre a Tatiana Calderon (terza guida Sauber: la scuderia sponsorizza Charouz), ma soprattutto debutterà Mick Schumacher dopo aver vinto l’ultima stagione della F3. E i test mostrano buone indicazioni per Mick e per altri potenziali protagonisti della Formula 2, su tutti Luca Ghiotto, che sembra tornato ad alto livello dopo il ritorno nel team Russian Time (che è in vendita e cerca un nuovo proprietario).

TEST FORMULA 2, DAY 1: DELETRAZ DAVANTI A GHIOTTOLouis Deletraz è uno dei possibili protagonisti della Formula 2 2019: ha firmato un contratto con Haas per fare da tester al team e ha debuttato nei test F1, e parte subito forte centrando il miglior tempo nella prima giornata di test ad Abu Dhabi. Lo svizzero e figlio d’arte (papà Jean-Louis corse tre GP in F1) chiude il suo giro in 1.49.984, precedendo di 143 millesimi un Luca Ghiotto tornato dove gli compete dopo una stagione difficile: l’italiano proverà a prendersi il titolo F2 nella prossima stagione, ed è secondo davanti a Callum Ilott (Charouz Racing Team, sponsorizzato da Sauber), terzo a 266 millesimi. Quarto posto per Latifi a 333 millesimi, quinto invece Nyck De Vries (ART) a 351 millesimi, con Tatiana Calderon (Charouz, terza guida Sauber) sesta davanti a Sergio Sette Camara (terza guida McLaren), a Matsuhita che rientra dopo la SuperFormula, a Gelael (Prema) e Correa (MP Motorsports) che completa la top-10. Mick Schumacher, che debutterà con Prema, è 12° a 818 millesimi e fa un buon debutto, mentre l’italiano Leonardo Pulcini chiude 16° a 1”6.

TEST FORMULA 2, DAY 2: CORREA LEADER DAVANTI A MICK– Nella seconda giornata dei test fioccano le sorprese. Davanti a tutti c’è l’ecuadoriano Juan Manuel Correa, classe ’99 che debutterà nella categoria e chiude col crono di 1.49.958. Alle sue spalle il pilota più atteso, visto che Mick Schumacher è secondo a 208 millesimi e precede di due millesimi Luca Ghiotto, che è terzo. Quarto Sergio Sette Camara davanti a Matsuhita, Aitken, Deletraz (+0.325). Nella mattinata il migliore era stato Anthoine Hubert, mentre Giuliano Alesi sta destando una buona impressione.

TEST FORMULA 2, DAY 3: DELETRAZ SBARAGLIA LA CONCORRENZALouis Deletraz si conferma il pilota più convincente di questi test: primo giovedì, settimo venerdì, primo sabato. Lo svizzero, col team Carlin, ottiene uno strepitoso tempo in 1.49.638 ed è il migliore nel complesso, precedendo tutti con una grande prestazione: secondo Luca Ghiotto che si conferma nei quartieri alti, chiudendo a 266 millesimi, mentre Latifi è terzo a 338 millesimi dopo aver ottenuto il primo tempo in una mattinata segnata dai long-run. Quarto Zhou a 398 millesimi, e il pilota della Ferrari Driver Academy precede Sette Camara, Giuliano Alesi (6° a 498 millesimi), Matsuhita, Mazepin, Verschor e Mick Schumacher: Schumi jr. è decimo a 884 millesimi, mentre Leonardo Pulcini è 12° a 1”1 e precede Hubert, che l’ha battuto in GP3.

Nel combinato dei tre giorni, Deletraz è il migliore con 266 millesimi su Ghiotto e 320 su Correa: poi Latifi e Zhou, con Mick Schumacher saldamente nei dieci e staccato di mezzo secondo circa. Ci sarà da divertirsi nel 2019 della Formula 2: tanti piloti sembrano avere la velocità per giocarsi vittoria e titolo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *